Aggiungi sedano, agretti e limone alla lista della spesa di marzo

Tre prodotti di stagione per dare il benvenuto alla primavera. Un tocco di freschezza sulle tavole per depurarsi con gusto e fare il pieno di vitamine

Guida all'acquisto

Marzo spalanca le porte alla primavera e porta in tavola primizie di stagione dal tono fresco, leggero e nutriente. Ecco allora tre prodotti da aggiungere alla lista della spesa di questo mese, per depurarsi a tavola e fare il pieno di vitamine.

Ingrediente ideale della spesa di marzo è il sedano. Semplice e leggero, il sedano è un noto alleato per chi deve rimettersi in forma dopo la stagione fredda. Ha pochissime calorie (20 kcal per 100 grammi) ed è inoltre ricco di acqua (circa 88%), potassio (280 mg per 100 grammi) e vitamina A. Quest’ortaggio croccante e aromatico ha inoltre proprietà che aiutano la digestione, l’apparato urinario e la lotta alla ritenzione idrica; ed è un buon ingrediente per tenere a bada il colesterolo. Il sedano è molto amato in Puglia dove è noto come “lu lacciu” e si gusta al naturale per spuntini o aperitivi, ma anche come protagonista di tante ricette tra cui la pasta al sedano

Come recuperare le foglie di sedano

Per depurarsi a primavera è bene fare spazio anche agli agretti, detti anche barba di frate, lischi o iscari. Gli agretti sono sazianti, leggeri (17 kcal per 100 grammi) e ricchi di sostanze come fosforo, ferro, caroteni, vitamina C, B3 e soprattutto calcio (131 mg per 100 grammi). Grazie al contenuto di sali minerali e clorofilla, facilitano l’eliminazione delle scorie, depurando il sangue da colesterolo e trigliceridi. Per mantenere il colorito brillante anche dopo la lessatura sembra sia utile immergere gli agretti cotti in una vaschetta di ghiaccio. Sbirciando tra le ricette emiliano-romagnole, gli agretti figurano spesso come contorno, lessati e conditi con olio e limone, e sono protagonisti della cucina regionale fino a maggio.

Come depurare il fegato con i cibi giusti

Marzo è ancora tempo di limone Primofiore che fa il suo ingresso sulla scena a novembre per poi cedere il passo alla fioritura del Bianchetto ad aprile. Si coltiva in Sicilia, specialmente nella provincia di Siracusa. Ha proprietà depurative, antiossidanti e aiuta a regolarizzare l’intestino. Nella sua scorza è presente il limonene, molecola responsabile del tipico profumo e principale componente dell’olio essenziale. Proprio il limonene è oggetto di studio come fattore protettivo della salute e - stando ai primi risultati - pare sia utile nel prevenire la crescita tumorale, probabilmente grazie alla sua attività antinfiammatoria. Provatelo in cucina per condire insalate e verdure lesse, magari preparando un’emulsione di olio, limone ed erbe aromatiche.



Stampa in PDF