Broccoli: uno scudo di benessere contro l'inquinamento

Recenti studi hanno mostrato nuove proprietà benefiche per la salute. L'ortaggio difende l'organismo dallo smog

Proprietà degli alimenti

L’aria che respiriamo è sempre più inquinata, ma c’è un ortaggio che può aiutarci a fronteggiare gli effetti dannosi di benzene, presente nel gas di scarico dei veicoli, e acroleina, una sostanza prodotta quando la temperatura dell'olio da frittura supera il suo punto di fumo. I broccoli sono davvero un portento. Non solo aiutano a prevenire infiammazioni, artriti e tumori, ma possono anche contribuire a difendere l’organismo dallo smog. Come? I ricercatori della Johns Hopkins University, impegnati nella prevenzione del cancro, consigliano di preparare una bevanda a base di estratto di germogli di broccoli e di berne mezza tazza ogni giorno. In questo modo benzene e acroleina vengono eliminati più facilmente attraverso le urine.

I germogli di broccoli - facili da produrre anche in casa con un germogliatore - sono una fonte preziosa di molecole amiche della salute, prima fra tutte la glucorafanina. Questa, una volta ingerita, viene convertita in sulforafano. Secondo i ricercatori sarebbe proprio quest'ultimo a favorire l'eliminazione degli inquinanti atmosferici dannosi per l’organismo.

C’è di più, perché secondo gli stessi studiosi i meccanismi alimentati dai principi attivi dei broccoli potrebbero aiutare ad eliminare alcuni inquinanti presenti nell'acqua e nel cibo. Le proprietà di questo ortaggio della grande famiglia delle crucifere (cavolfiore, cavolo verza, cavolo cappuccio, rucola, rape bianche, cavoli di Bruxelles…) sono davvero tante: i broccoli sono ricchi di antiossidanti, e quindi difendono le cellule dallo stress ossidativo e dall'invecchiamento, prevengono l'anemia, la ritenzione idrica, l’ulcera, la gastrite e, secondo studi recenti, sono efficaci contro l’ansia. Perfetti per le diete per il loro basso apporto calorico, offrono un contenuto davvero interessante di sali minerali (calcio, ferro, fosforo e potassio), di vitamine C, B1 e B2.

L’inverno è il momento giusto per gustarli e, se alla bevanda preferiamo qualcosa da mettere nel piatto, è bene stare attenti alla cottura. Per preservare le proprietà dei broccoli è meglio consumarli, al massimo, dopo cinque minuti di cottura al vapore. La bollitura e la cottura al microonde distruggono infatti un enzima, la mirosinasi, indispensabile per la formazione del sulforafano di cui abbiamo già parlato.

I broccoli sono l’ingrediente perfetto per un primo piatto, se abbinati alla pasta o al riso, ottimi per farcire torte salate, preparare sformati o piatti unici. Provate a sbizzarrirvi in cucina, a miscelare i vostri ingredienti preferiti, e non ve ne pentirete. Un suggerimento? Una volta cotti potete schiacciarli e unirli a patate, carote e altri ortaggi. Aggiungendo un po' di pan grattato e Parmigiano Reggiano potrete formare piccole polpette da passare al forno o in padella con un po' d'olio.



Stampa in PDF