Carciofi, mandarini e broccoli per rendere gustosa la spesa di Gennaio

Per depurarsi con gusto dopo i peccati di gola delle feste, ecco tre specialità di stagione che non possono mancare nei menù d’inizio anno

Guida all'acquisto

Terminato il tempo delle feste e delle tavole imbandite, ecco tre specialità di stagione ideali per depurarsi e coccolare l’organismo. Una piccola selezione da inserire nella lista della spesa di Gennaio per iniziare l’anno all’insegna del benessere e del gusto.

Sulla tavola del mese non potranno mancare i carciofi, dal basso impatto calorico (a crudo 22 kcal per 100 grammi) e dalle molte proprietà. Oltre a fornire sali minerali e vitamine, i carciofi contengono cinarina, un principio attivo presente nelle foglie e nel succo della pianta che favorisce la diuresi e la secrezione biliare. I carciofi migliorano l’attività del fegato, contribuiscono ad abbassare il colesterolo e aiutano l’intestino pigro grazie al contenuto di fibre (5,4 mg per 100 grammi che con la cottura aumentano fino a 7,9 mg). Oltre a far da gustoso ingrediente in cucina, le foglie del carciofo possono essere utilizzate per infusi e decotti depurativi. Provatele abbinate a finocchio o liquirizia che ne smorzeranno il gusto amaro. E se li preferite senza spine, cercate le varietà Violetto di Catania, il carciofo di Paestum Igp e i romaneschi.

Il Carciofo di Paestum Igp: tanto gusto... senza spine

Per aiutare le difese si possono scegliere i mandarini: frutti ricchi di vitamina C (42 mg per 100 grammi), vitamina A, vitamine del gruppo B e potassio. Sono i più dolci e i più calorici degli agrumi, tuttavia sono facilmente digeribili e, grazie al ricco contenuto di fibre (1,7 grammi per 100 grammi) aiutano l’intestino a funzionare bene. Pare inoltre favoriscano il relax e il buon sonno grazie al contenuto di bromo. In cucina si prestano a diverse possibilità non solo nella preparazione di dolci: se amate i contrasti di sapori provatelo abbinato al salmone o con il pesce in genere. Il gusto dei mandarini si conserva inoltre tutto l’anno grazie alle marmellate, ma se lo amate fresco sappiate che fino a marzo inoltrato in Italia è di stagione il mandarino di Ciaculli (Palermo) che permette di gustare un prodotto al massimo del suo sapore e mai passato dalle celle frigorifere.

Che differenza c’è tra... mandarino e clementina?

Gennaio è il mese giusto anche per gustare i broccoli, ma è bene stare attenti alla cottura.  Per preservare le tante proprietà di quest’ortaggio è meglio consumarlo dopo un massimo di cinque minuti di cottura al vapore. La bollitura e la cottura al microonde distruggono infatti un enzima, la mirosinasi, indispensabile per la formazione del sulforafano, una sostanza che, stando a uno studio scientifico, farebbe da scudo contro gli inquinanti atmosferici dannosi per l’organismo. I broccoli sono inoltre ricchi di antiossidanti: difendono le cellule dallo stress ossidativo e dall'invecchiamento, prevengono l'anemia, la ritenzione idrica, l’ulcera, la gastrite e pare siano efficaci contro l’ansia. Perfetti nelle diete per il loro basso apporto calorico (27 kcal per 100 grammi), offrono un contenuto interessante di sali minerali tra cui calcio, ferro, fosforo e potassio (340 mg per 100 grammi) e di vitamine C, B1 e B2.

Broccoli: uno scudo di benessere contro l'inquinamento



Stampa in PDF