Come nutrire i capelli: consigli per l’autunno

Un paio di cose da sapere per prendersi cura della chioma scegliendo i cibi giusti
la chioma va nutrita a dovere


La bellezza dei capelli incomincia nel piatto. E se è vero che anche la chioma va nutrita a dovere, è altrettanto vero che questa ha a che vedere con il benessere di tutto l’organismo e i benefici di un’alimentazione bilanciata. I capelli, come gli altri annessi cutanei, sono a loro modo parte della pelle (poiché inseriti nell’apparato tegumentario). È infatti da quest’ultima che originano e traggono nutrimento costante per crescere bene o sfibrarsi a seconda di ciò che si mette nel piatto.

Quali sono dunque i cibi e i nutrienti irrinunciabili per mantenere una capigliatura sana? I capelli sono costituiti principalmente da cheratina e, per consentire la sintesi di tale proteina strutturale, l’organismo necessita di aminoacidi solforati, contenuti in larga parte nelle proteine dei cereali, nell'albume d'uovo, nel pesce, nei semi di sesamo e di zucca. La loro mancanza nell’organismo determina una diminuzione della cheratina con conseguente rallentamento della crescita, diradamento e fragilità dei capelli.

Anche le vitamine sono importanti, in primo luogo quelle del complesso B, ma anche la C di cui sono ricchi prezzemolo, agrumi, kiwi e peperoncino. Infine la niacina (vitamina PP), ha un ruolo importante nel benessere del capello e si trova nelle carni, nelle uova e nel lievito. E così in autunno, quando oltre alle foglie talvolta iniziano a cadere anche i capelli, sarà bene dedicarsi a frutta, verdura e piatti capaci di portare benefici a tutto il corpo, testa compresa. 


Stampa in PDF