Contro stress e malumore, provate lo Zafferano. Un antidepressivo e ansiolitico naturale

Stimolante e digestiva, la spezia dalle mille virtù è anche un ottimo elisir di benessere e giovinezza.
Intrigante e curativo
Intrigante e curativo, lo Zafferano è ottimo per il palato ma anche per la mente e l’anima. Questa preziosa spezia, da sempre usata in India per cure ayurvediche, era nota anche nell’antica Grecia come rimedio nei casi di stress psicofisico. Lo zafferano è infatti un ottimo antidepressivo naturale e pare abbia anche proprietà ansiolitiche. C’è di più: si tratta di uno degli alimenti più ricchi di carotenoidi che hanno azione antiossidante e citoprotettiva, incrementando le resistenze immunitarie. È inoltre un efficace digestivo grazie ai suoi aromi naturali, ai pigmenti e ai numerosi principi attivi.

La spezia, ricavata dagli stimmi dei fiori essiccati, si coltiva in Asia minore e in molte aree del Mediterraneo. In Italia le colture più estese si trovano in Abruzzo, nelle Marche e in Sardegna. In cucina si sposa con molti piatti dall’antipasto al dolce. Per sperimentare qualcosa di nuovo, provate ad aggiungerlo al tè verde come insegnano in Kashmir, nel Nord dell’India, rendendo la bevanda saporita e benefica (magari con l’aggiunta di chiodi di garofano, cannella e cardamomo).
Lo Zafferano dà il meglio di sé in piatti a base di riso, crostacei e carni bianche. È ottimo anche per esaltare condimenti di verdure dal gusto delicato come le zucchine. Ne basta un pizzico nell'impasto di dolci lievitati, creme o gelati per creare dessert inediti.

Il miglior modo per aggiungerlo ad altri ingredienti? Per prima cosa occorre farlo stemperare brevemente in poca acqua tiepida. La polvere si scioglie in breve tempo e può essere utilizzata insieme agli altri ingredienti. Se si scelgono gli stimmi, sarà invece necessario pestarli leggermente prima di metterli a bagno. 


Stampa in PDF