“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

Cos’è il Gomasio e come si usa in cucina

Questo condimento a base di sesamo è ottimo per limitare l’uso di sale. La tradizione è orientale, ma la cucina italiana non ha bisogno di cercare ingredienti all’estero

proprietà degli alimenti

Se non avete ancora provato il Gomasio, allora vi state perdendo qualcosa. E non è solo una questione di palato, perché se da un lato questo condimento a base di sesamo è ricco di gusto, dall’altro consente di limitare l’uso di sale in cucina, con tutti i benefici che ne conseguono per la salute: dal benessere del sistema cardiocircolatorio, al contrasto della cellulite. Ma che cos’è il Gomasio? Si tratta di un trito composto da semi di sesamo tostati e sale marino. Talvolta viene anche arricchito con semi di canapa e frammenti di alga Wakame o alga Nori.

La cellulite si combatte anche in cucina

È una tradizione che appartiene alla cucina giapponese, ma questa ricetta è apprezzata da tempo in tutto il mondo ed è largamente utilizzata nella cucina macrobiotica. Nonostante il suo piglio esotico, il Gomasio è ormai entrato a pieno titolo anche nella gastronomia italiana che ha imparato ad amarne il gusto, ma anche e specialmente i benefici. Una tendenza che non stupisce, specie se si considera che sesamo e sale sono ingredienti che si trovano senza alcuno sforzo anche nelle dispense del Belpaese.

Il Gomasio si può utilizzare in differenti ricette, ma anche per esaltare verdure cotte, insalate, carni. Il suo sapore arricchisce in modo semplice la dolcezza del riso bollito o dei cereali, donandogli un gusto dal carattere particolare. Oltre a consentire di limitare le dosi di sale, il Gomasio ha numerose virtù. Grazie alla presenza del sesamo è fonte di acidi grassi essenziali omega-6 (acido linoleico) e omega-3, e aiuta a mantenere in salute il sistema cardiocircolatorio.

Semi oleosi: i vantaggi per il corpo e per la mente

Il Gomasio apporta inoltre sali minerali, come fosforo, ferro e soprattutto calcio (975 mg per 100 grammi di Gomasio). Offre un buon apporto di proteine, è facile da digerire e favorisce il benessere dell’intestino. Per beneficiare delle sue qualità nutrizionali è bene unirlo agli alimenti a crudo. Ed è importante non esagerare: l’apporto calorico è elevato (576 Kcal per 100 grammi) ed è un dettaglio da considerare per chi ha problemi di sovrappeso.

 

Fonte immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Gomashio.JPG



Stampa in PDF