Il bergamotto: proprietà e usi di un agrume made in Italy

Uso e virtù di un frutto alleato di pelle, capelli e circolazione che tiene lontano il colesterolo

proprietà degli alimenti

È noto per il suo profumo e per il pregiato olio essenziale, ma il Bergamotto merita senz’alto un posto di rilevo anche sulle tavole. Il motivo è semplice: è un agrume dalle proprietà benefiche, aiuta a tenere a bada il colesterolo e - nonostante le sue origini misteriose - ha trovato casa in Calabria, dove la coltivazione è piuttosto diffusa. Diverse ipotesi vorrebbero questo frutto originario della Cina o della Turchia, oppure della città spagnola di Berga. Tuttavia, visto il suo intenso legame con il territorio di Reggio Calabria, non si esclude che il bergamotto derivi da una mutazione spontanea dell’arancio amaro avvenuta proprio in quest’area.

Olio essenziale di bergamotto: rimedio naturale made in Italy

Oltre alla preparazione dell’olio essenziale - utile per il benessere della pelle e dell’intestino, nonché impiegato in ambito cosmetico - il bergamotto è largamente utilizzato nella produzione di tè e tisane, ma anche di succhi di frutta. Ottimo antiossidante naturale, questo agrume dal colore verde-giallo è formato da circa l'80 per cento di acqua. Contiene inoltre acido citrico, zuccheri tra cui fruttosio, glucosio, saccarosio; proteine, fibre alimentari, pectine, fosfati, flavonoidi e vitamina C (circa 50 mg su 100 grammi). Tra i minerali di spicco figurano sodio, potassio, magnesio e calcio. Pare sia inoltre un buon alimento anticolesterolo, come messo in luce da un recente studio dell’Università Magna Grecia di Catanzaro.

Ma come inserire il bergamotto nei menù? Seguendo le indicazioni dell’Accademia Italiana di cucina, questo frutto a lungo ignorato dal settore alimentare non fatica a ritagliarsi uno spazio tra arte dolciaria e ricette tipiche. Per conservarne le proprietà è ideale consumarlo fresco, ma occorre vigilare sul dosaggio visto il gusto intenso. Il suo sapore si addice ai cibi a tendenza dolce come crostacei, astici, scampi e gamberi, ma è ottimo anche per contrastare l’aroma selvatico della cacciagione. È ideale nelle preparazioni che prevedono agrumi, come arrosti, scaloppine e pesci. La buccia grattugiata può essere usata nella pasta. Molto amato è infine l’olio aromatizzato al bergamotto, capace di aggiungere un tocco innovativo a ricette note.

Bignè con crema al bergamotto e salsa al caramello

 

Fonte immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Bergamotti_(Bergamot_fruits)_-_(1).jpg



Stampa in PDF