Lavanda, la pianta aromatica dal gusto rilassante

Digestiva, calmante e dal prezioso olio essenziale. Il raccolto comincia alla fine di giugno per proseguire fino all’autunno

Proprietà degli alimenti

Ricorda le scelte raffinate e i prati d’Oltralpe, ma anche gli armadi della nonna e le usanze d’altri tempi. La lavanda riesce a dare il meglio in molteplici declinazioni: dai cassetti della biancheria alle tisane, dai biscotti alle frittate, senza escludere i bagni rilassanti e l’aromaterapia.

Questa sempreverde della famiglia delle Labiate cresce in tutta Italia sia nelle zone pianeggianti (in particolare la lavanda ibrida) che in quelle di montagna, fino a un'altezza di mille metri. A seconda delle varietà, i fiori si raccolgono dagli ultimi giorni di giugno per arrivare fino all’autunno inoltrato.

La lavanda è conosciuta fin dai tempi antichi per le sue proprietà antisettiche, analgesiche, battericide, vasodilatatorie, antinevralgiche ed è considerata un blando sedativo. Apporta benefici anche all’apparato digerente aiutando la digestione e il ripristino della flora intestinale.

Fiori e foglie essiccati si conservano in barattolo per circa nove mesi. Quando è pronto un nuovo raccolto, ai restanti fiori già essiccati si può sempre affidare il compito di profumare gli armadi in piccoli sacchetti, utili anche a tenere lontani tarme e insetti.

Quanto all’uso in cucina, la lavanda si utilizza come erba aromatica soprattutto per ricette dolci, ma anche salate. Aggiunge sapore a biscotti e crostate (magari lasciandola in infusione nel latte che si utilizzerà per l’impasto), ma anche a piatti di pasta e preparazioni a base di formaggio. Le foglie hanno un gusto delicato, mentre i fiori più intenso, quindi meglio non esagerare.

Le sue proprietà si concentrano nell’olio essenziale che viene impiegato per usi terapeutici: i vapori sprigionati hanno virtù battericide che lo rendono utile in caso di asma, bronchiti, mal di gola e catarro. Pare inoltre che le proprietà sedative e ansiolitiche che l'olio essenziale di lavanda esercita sul sistema nervoso centrale siano particolarmente tangibili quando i principi attivi sono assunti per via inalatoria.

Potrebbe interessarti anche 


Stampa in PDF