Salute a tavola: il potere del colore bianco

Il bianco è protagonista dei mesi freddi e figura tra i cinque colori da magiare ogni giorno. Scopriamo perché anche la tinta meno vivace è importante per la salute

Proprietà degli alimenti

Frutta e verdura bianche? Sì, grazie. A quanto pare il più delicato tra i cinque colori del benessere racchiude importanti potenzialità. Come spiega in un articolo il professore di Nutrizione Clinica dell’Università di Bologna, Luigi Rossi: “I principi nutritivi custoditi all’interno degli ortaggi bianchi sono molecole dotate di un’azione sul Dna capaci di modulazione genica protettiva del metabolismo cellulare”.

Anche il bianco rientra, infatti, nei cinque colori – accanto a verde, rosso, giallo-arancione e viola - che dovrebbero comporre giornalmente le cinque porzioni tra frutta e verdura indispensabili per una vita sana. “Questa tinta”, prosegue il Professore, “è data da allicina, composti solforati, polifenoli, indoli, isotiocianati, selenio. L’allicina è una sostanza che aiuta a ridurre il colesterolo e a regolare la pressione sanguigna. Il selenio svolge invece un ruolo primario, fra l'altro, per la tiroide”.

Mangiare bene per stare bene: il progetto Citrus

In questo gruppo di frutta e verdura, a fare da protagonisti sono due nutrienti: il selenio e la fibra.  Il primo protegge le membrane cellulari dall’ossidazione, neutralizza i radicali liberi e svolge un ruolo da antagonista nei confronti dei metalli pesanti tossici per l’organismo. La fibra invece mantiene in salute l’intestino con conseguenze positive per l’intero organismo. Inoltre, la fibra solubile - come la pectina - se assunta giornalmente nella misura di almeno 6 grammi (ad esempio quella contenuta in circa tre mele), pare contribuisca a tenere a bada il livello di colesterolo nel sangue.

Quali sono i bianchi così preziosi per la nostra salute? I funghi champignon, ricchi di selenio e vitamina B, utile per il buon funzionamento del sistema nervoso, e la frutta in guscio, fonte di acidi grassi insaturi che contribuiscono a mantenere sotto controllo il colesterolo. Inoltre aglio, scalogno, cipolle bianche, patate, ortaggi ricchi di zolfo, minerale di cui il corpo umano ha bisogno per produrre capelli, unghie e insulina, le mele, ricche di pectina, fibra solubile che favorisce l’abbassamento dell’indice glicemico, e i fagioli cannellini, fonte di acido folico, sostanza preziosa per la cura dell’anemia. Infine il finocchio, ortaggio ricco di flavonoidi utili per rafforzare il sistema immunitario.



Stampa in PDF