“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

Come conservare correttamente il miele?

Il miele può essere conservato a lungo mantenendo inalterate le sue proprietà. Tuttavia è necessario mettere in pratica alcuni accorgimenti che riguardano principalmente la temperatura e l’esposizione alla luce

Tecniche di conservazione

Una volta aperto, il barattolo del miele richiede alcune piccole cure per garantire un lungo mantenimento del prodotto senza alterarne le proprietà organolettiche e benefiche. 

Come fare per conservare correttamente il miele? Tenete il barattolo ben chiuso e riponetelo in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce diretta. Temperature ambientali maggiori dei 25°C, eccessi di umidità o luminosità troppo forte possono infatti danneggiare il miele più del tempo che passa. In particolare, la luce solare provoca delle trasformazioni negative sul miele, soprattutto sull'enzima che è responsabile dell'attività antibiotica.

Scegliete dunque un luogo della casa riparato e dal clima fresco e costante. Di norma, la dispensa della cucina si candida a posto ideale, tuttavia occorre assicurarsi che sia sufficientemente lontano da forno, fornelli e frigorifero per evitare sbalzi improvvisi di temperatura. Il miele sta bene tra i 10 e i 20 gradi, è vero, ma evitate comunque di metterlo in frigorifero. Questo dono delle api può infatti essere congelato e scongelato all’occorrenza, ma di norma è bene conservarlo fuori dal frigorifero per evitare che si cristallizzi in tempi rapidi.

Che differenza c’è... tra miele e miele di melata



Stampa in PDF