“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

Come fare in casa le barbabietole rosse fermentate

Se siete stanchi di mangiare le solite barbabietole rosse cotte, provate a farle fermentare: conserveranno le sostanze nutritive contribuendo al benessere di stomaco e intestino

Preparazioni e ricette

Fare le barbabietole rosse fermentate in casa è pratico e veloce. Per realizzare una fra le ricette più semplici servono 5 kg di barbabietole e rosse, 4 litri di acqua 160 grammi di sale integrale, 1 cucchiaio di semi di ginepro - oppure senape o cumino.

Quali sono i passaggi della fermentazione? Pulite le barbabietole rosse con una spazzola, pelatele e tagliatele a rondelle. Fate bollire l’acqua con il sale e poi lasciatela raffreddare. Inserite le barbabietole in un barattolo di vetro (oppure una crautaia), aggiungete le spezie, ricopritele con la salamoia e chiudete il contenitore con un tappo non in modo ermetico. La fermentazione è rapida, quindi è bene tenere fin da subito il barattolo in un ambiente fresco come una cantina (in mancanza di un ambiente adeguato c’è chi consiglia il frigorifero). Trascorse almeno quattro settimane le barbabietole fermentate saranno pronte per essere gustate.

Perché le barbabietole rosse fermentate sono salutari? La fermentazione naturale permette di conservarne le sostanze nutritive rendendole più digeribili. I cibi fermentati contribuiscono inoltre al benessere dell’intero organismo: introducono batteri utili nel sistema digestivo e aiutano a ristabilire l’equilibrio della flora batterica che è alla base di un buon sistema immunitario.

Cibi fermentati: perché è importante mangiarli
 



Stampa in PDF