“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

Come fare in casa lo zenzero candito

Quando la radice è fresca e carnosa può restare in frigorifero per settimane senza perdere il suo smalto. Ma se volete conservarla più a lungo provate a fare lo zenzero candito

Preparazioni e ricette

Come si fa lo zenzero candito? La ricetta è semplice e potete preparalo in casa vostra procurandovi una radice di zenzero, zucchero, acqua e una pentola capiente. Pelate lo zenzero, magari aiutandovi con un pelapatate, e tagliatelo a fettine di circa tre millimetri di spessore.

Mettete le fettine di zenzero nella pentola, ricopritele interamente di acqua fredda e portate a ebollizione. Lasciate bollire il tutto per circa quaranta minuti: è importante che l’acqua non si asciughi e che le fettine siano infine ammorbidite. Scolate quindi lo zenzero e pesatelo. Memorizzate il peso perché le fettine andranno rimesse nella pentola aggiungendo un’uguale quantità di zucchero e due o tre cucchiai di acqua. Fate cuocere di nuovo mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e facendo sciogliere lo zucchero fino a raggiungere l’ebollizione.

Continuate a caramellare finché lo zucchero non sarà completamente assorbito. Attendete quindi che lo zenzero candito si raffreddi del tutto prima di passarlo nello zucchero. Potrete poi conservarlo a lungo in un contenitore di vetro chiuso e gustarlo come snack rigenerante e digestivo.

Mai più senza zenzero

 



Stampa in PDF