Come scegliere un melone maturo?

La scelta del melone è un'arte che si affina con l’esperienza: occorre guardare nei punti giusti e affinare naso e tocco. Ecco un paio di trucchi

Guida all'acquisto

Come scegliere un melone maturo? Per farlo esistono diversi metodi, ma il meglio pare sia combinarli fra loro. E se il tatto è importante, anche orecchio, occhio e naso vogliono la loro parte. Cominciate dunque con il bussare leggermente sulla buccia usando la mano a pugno: un suono sordo indica un melone maturo. Mentre se produce un rimbombo vuoto, significa che non è ancora pronto per essere portato in tavola.

Un melone maturo si riconosce anche tastando la parte opposta a quella del picciolo che deve essere elastica ma non eccessivamente morbida. Un altro indicatore è il profumo poichè nei meloni maturi è dolce e intenso. Se l’olfatto non dovesse bastare, ci si può affidare allo sguardo.

Per scegliere un melone maturo occorre far caso al picciolo: procedete all’acquisto se quest’ultimo risulta morbido (e tende a staccarsi facilmente) e non secco. Per diverse varietà della tradizione italiana, un buon indicatore di maturità è anche il cosiddetto crepino. Si tratta della piccola crepa situata tra la buccia e la zona del picciolo che, se il frutto è stato raccolto ben maturo, figurerà un poco sollevata.



Stampa in PDF