In cucina con l’autrice di “Mary in cucina”

Ricette vegan e crudiste per mantenersi in forma. La foodblogger Mary ha cambiato la sua vita partendo da una sana alimentazione

Foodblogger

Frutta e verdura sono fondamentali per il benessere. Marinella Mazzola, sul web Mary, ha unito la passione per l’arte della cucina all’attenzione per la salute e ha ottenuto risultati sorprendenti. Lei, semplicemente, dice di essere felice!

Mary, perché hai pensato di creare un blog di cucina vegan crudista?

Il mio blog è nato dalla passione per la cucina e dalla voglia di condividere le mie ricette con amici e non. È nato nel 2010 come blog di cucina “onnivora”, ma nel 2013 è cambiato con me… La cucina crudista vegana mi ha dato modo di scoprire tanti sapori e colori nuovi e ha scatenato la mia fantasia.

Come hai maturato la decisione di cambiare le tue abitudini alimentari?

Sono sempre stata curiosa e un giorno mi è capitato di vedere un video che parlava di sbagliata prevenzione delle malattie. La prevenzione vera non è quella che si fa con analisi o esami clinici, ma parte a tavola e arriva fino ai nostri pensieri. Così ho cominciato a informarmi su quella che dovrebbe essere un’alimentazione sana. In particolare ho scoperto l’Igienismo, che non è una dieta ma uno stile di vita. L’igienismo ha origini antichissime, come potrei riassumerlo in due parole? Buonsenso e ritorno alla nostra naturalità: cambia l’alimentazione, ma cambia anche il modo di pensare e di comportarsi.

Quali sono i vantaggi di un’alimentazione non solo vegan, ma anche crudista?

I vantaggi di un’alimentazione vegana e crudista sono innumerevoli. Sia io che mio marito abbiamo risolto tanti piccoli disturbi: lui non è più allergico, non abbiamo più avuto febbre, raffreddore, mal di testa, mal di stomaco... La frutta e le verdure crude mantengono intatte le loro proprietà nutritive e ci portano a uno stato di benessere che non ha eguali. Quando il nostro corpo non è sottoposto a digestioni difficoltose e prolungate non accumula tossine dannose per l’organismo e può dedicarsi ad altro, per cui si termoregola meglio e non si soffre né più il caldo né il freddo.

Perché preferisci consumare le verdure crude e non cotte?

Mangio le verdure sia cotte che crude, ma le preferisco crude perché mantengono intatte tutte le proprietà nutritive. In ogni frutto e in ogni verdura ci sono vitamine, proteine e sostanze di cui non conosciamo nemmeno l’esistenza, ma che ci fanno star bene e ci fanno recuperare una perfetta salute in modo rapidissimo. Ho gettato via tutto il cassetto di medicinali da quando ho cambiato stile di vita: la mia farmacia è la mia dispensa.

In più aggiungerei una postilla: di solito anticipo il consumo di cibi cotti con una insalatina di stagione, così lo stomaco si attiva iniziando il suo lavoro.

Come selezioni la frutta e la verdura?

Mi lascio guidare molto dall’istinto e di solito vado con l’idea di prender due cose ed esco con borse enormi. Compro sempre di stagione: se la Natura ci dà le pesche e le zucchine d’estate o cavoli e mele d’inverno, ci sarà un perché.

Nelle tue ricette sono banditi carne, pesce, latticini, farina 00 e zuccheri. Quali sono invece gli ingredienti che non mancano mai, frutta e verdura a parte?

Mi piacciono molto i ceci e le lenticchie, adoro il farro e il riso, naturalmente integrali. Bandito lo zucchero raffinato allo stesso modo del sale raffinato, ma mi piace molto lo zucchero integrale di canna. Adoro la polvere di carrube e la uso molto al posto del cacao nei dolci ma anche nei frullati. Ultimamente ho scoperto il gusto delle fave di cacao crudo tritate in megafrullati di banane e il risultato è sublime.

A fine luglio sarai protagonista di un appuntamento al Castle vegetarian fest, la prima edizione di un festival dedicato al mondo veg nella splendida Sarzana. Qualche anticipazione?

Farò un corso di cucina crudista in cui prepareremo insieme manicaretti “senza fornelli”: ogni giorno ci sarà una ricetta dolce ed una salata con l’uso del semplice frullatore e poco altro. Sarà un grandissimo divertimento essere “con le mani in pasta” in compagnia! E naturalmente chi parteciperà oltre a “lavorare” senza fornelli assaggerà tutto quello che prepareremo.

Abbiamo in mente di organizzare una cenetta a casa, ma fa caldo e il solo pensiero di accendere i fornelli ci sconforta. Cosa ci proponi? Stupiscici!

Spaghetti di zucchine con crema di basilico e noci e un goloso gelato di banane e carrube, semplicissimo da preparare: si mettono a congelare le banane per 3 ore circa, si frullano e ci si aggiunge quello che si vuole (cacao, carrube, datteri, nocciole…)



Stampa in PDF