Museo etnografico-antropologico della civiltà contadina Nunzio Bruno

A Floridia (Sr) la raccolta portata avanti da un’ artista locale negli anni ‘60.
I musei del territorio
[la visita]
La struttura è composta da 8 sale espositive in cui sono esposti oggetti che appartengono ai vari cicli produttivi DI COSA?. Molti sono i pezzi di pregio per la rarità, lo stato di conservazione e la completezza.
Uno dei percorsi museali possibili, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, è quello laboratoriale, che prevede la realizzazione di elaborati a tema.
Alle origini della collezione dalla quale è sorto il museo c’è stata l’intenzione dell’Artista Nunzio Bruno di riunire diverse tipologie di reperti della civiltà contadina iblea per conservarne la memoria.

[in mostra]

I reperti della collezione documentano la vita quotidiana vissuta nelle piccole case da braccianti e operai e le attività lavorative svolte nelle botteghe e masserie dell’altipiano Ibleo. Gli oggetti esposti appartengono alla lavorazione del grano, all’allevamento e all’aggiogo del bestiame, alla pastorizia e ai cicli artigianali del calzolaio, dell’apicoltore, dello stagnino, del bottaio, dell’arrotino, del muratore, del cestaio e della tessitura. Sono presenti anche collezioni di ceramiche d’uso popolare, vecchi giocattoli, reperti litici, attrezzi e utensili che fanno parte del frantoio e del palmento.
Al centro di una delle sale trova collocazione un bel telaio e gli oggetti per la panificazione casalinga. Di particolare interesse la “bottega del carradore”, che raccoglie tutti gli attrezzi utili alla costruzione del carretto siciliano (il classico carretto dipinto, il carretto agricolo, il carretto dell’apicoltore e vari carrettini a mano).

[info]
0931 949301
335 1027794
www.museofloridia.it


Stampa in PDF