A Natale regala una tisana: sei ricette per sei amici

Per un dono personalizzato home made, miscela erbe e spezie. Ecco sei proposte per donare  un caldo abbraccio e magari un sorriso

Preparazioni e ricette

Siete alla ricerca di un regalo di Natale "last minute" simpatico e capace di interpretare, con un pizzico di ironia, lo spirito dei vostri cari e degli amici? Se pensate a un regalo home made, ecologico e pensato su misura, potete vestire i panni di un esperto alchimista e mettervi a preparare miscele per tisane capaci di conquistare il sorriso. Tra bacche, erbe e spezie non avrete che l’imbarazzo della scelta. Una volta trovata la ricetta giusta per il vostro regalo potrete personalizzare la confezione con sacchetti colorati chiusi con nastri e fiocchi o vasetti di vetro che, ben sigillati, garantiscono una conservazione ottimale del prodotto e possono essere riutilizzati. Potrete anche accompagnare il vostro regalo con una frase simpatica che annuncia le proprietà della vostra “pozione magica” da gustare calda nelle placide giornate di festa. Ora fate scorta degli ingredienti e mettetevi al lavoro!

PER L’ADORABILE NARCISISTA

“Non sono brutto ma mi arrangio”  (Totò)

Ingredienti:
20 g di foglie di noce
20 g di foglie di fragola
20 g di fiori di susino
20 g di fiori di achillea millefoglie
20 g di erba fiorita di crescione

Questa tisana di bellezza, che dona un colorito sano, una pelle rosea e trasparente, è perfetta per chi è attento alla forma ed è sempre attento all’ordine e all’aspetto. La miscela ha una proprietà disintossicante per l’organismo e purifica anche il sangue. Una vera e propria sferzata di energia per la pelle grazie ai fiori di susino, alle foglie di noce e di fragola dall’azione depurativa, all’achillea dalle proprietà cicatrizzanti e al crescione antiossidante. È consigliabile consumarla due volte al giorno, al mattino e alla sera.

PER IL TECNOLOGICO TORMENTATO

“L'uomo che si agita fa scoppiare di risate gli angeli” (William Shakespeare)

Ingredienti:
20 g di biancospino
20 g di fiori d’arancio
20 g di foglie secche di melissa
20 g di menta
20 g di fiori di tiglio
20 g di fiori di camomilla

Aumentiamo pure le quantità per questa tisana, perché il nostro regalo è per una persona che proprio non riesce a “staccare” mai e a rilassarsi. Per chi è finito nel gorgo delle tecnologie che utilizza in modo compulsivo, per chi è sempre alla rincorsa degli appuntamenti ed è colpito da ansia ad ogni nuova richiesta, suggeriamo una tisana rilassante alle erbe. Miscelate bene biancospino per togliere l’ansia e le palpitazioni, fiori d’arancio per combattere lo stress e la fame nervosa, melissa dall’azione calmante e antibatterica, menta dall’azione analgesica, tiglio e camomilla per sconfiggere l’insonnia. Da consumare ogni sera prima di andare a dormire.

PER IL NOTTAMBULO CHE FA LE ORE PICCOLE

“La cura migliore contro l’insonnia è dormire molto” (W. C. Fields)

Ingredienti:
10 g di erba limoncina
5 g di fiori di lavanda
5 g di infiorescenza femminile di luppolo
20 g di foglie di melissa
15 g di achillea millefoglie
20 g di pianta di passiflora
5 gr di viola mammola

C’è bisogno di una coccola per chi la notte proprio non riesce a chiudere occhio. Questa tisana è un abbraccio caldo e avvolgente capace di contrastare l’insonnia che piomba addosso forse per qualche preoccupazione di troppo. La melissa è particolarmente indicata per l’irritabilità e l’insonnia causata da un’eccessiva stanchezza, l’achillea come antispasmodico, il luppolo come ipnoinduttore e blando sedativo, la viola mammola e la lavanda per l’azione calmante, la passiflora stimola poi un sonno fisiologico senza risvegli notturni, senza produrre senso di intorpidimento mattutino. Da consumare la sera prima di andare a dormire, magari dolcificata con miele di tiglio.

PER LA FORCHETTA IMPENITENTE

“L’unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi” (Oscar Wilde)

Ingredienti:
35 g di erba limoncina
40 g di Achillea millefoglie
25 gr di semi di anice

Questa tisana all’erba limoncina è perfetta per favorire la digestione quando gli eccessi a tavola si fanno sentire. Perfetta per chi non rinuncia al piacere della cucina, questa tisana è anche piacevole a fine pasto dolcificata con un filo di miele d’acacia. L’erba limoncina ha un effetto calmante e sedativa e agisce positivamente sui disturbi digestivi, l’achillea millefoglie aiuta la funzionalità digestiva ed epatica, i semi di anice migliorano il funzionamento dell’apparato digestivo. Da consumare dopo i pasti principali.

PER L’ETERNO FREDDOLOSO

“Rifiuterò sempre il premio Nobel perché in Svezia fa freddo” (Alda Merini)

Ingredienti:
20 g di malva, fiori e foglie
20 g di erisimo, sommità
20 g di spirea analgesico
5 g di timo o eucalipto
15 g di cannella
20 g scorze di arancio dolce 

È sempre imbacuccato con sciarpe, guanti e cappello anche quando poi non fa così freddo, spesso raffreddato sogna sempre un camino acceso: ecco l’identikit dell’eterno freddoloso. Per correre ai ripari la tisana giusta ha un profumo decisamente invernale e proprietà balsamiche: malva per decongestionare le mucose, erisimo per la gola, spirea dalle proprietà analgesiche, timo per liberare le vie respiratorie, cannella per scaldare, arancio dolce per mettere di buon umore.

PER CHI NON NE VUOLE SAPERE DI TISANE

“Se non puoi convincerli, confondili” (Confucio)

Ingredienti (per 1 litro di vino):
180 g. di zucchero di canna chiaro
2 stecche di cannella piccole
8 chiodi di garofano
30 g. di mele essiccate
la scorza essiccata di mezzo limone bio
la scorza essiccata di mezza arancia bio
1 lt di vino rosso

Esiste la miscela giusta per tutti, anche per chi delle tisane non ne vuole proprio sapere. Che ne dite di un preparato per vin brulé? Perfetto per i momenti conviviali e per affrontare il freddo dell’inverno, basta davvero poco per creare la base di frutta e spezie che dovrà essere unita al vino rosso. Tagliate a strisce le scorze di limone e di arancia bio (le scorze non devono essere trattate) aiutandovi con il pelapatate. Accendete il forno e fate essiccare le scorze. Disponetele su un piatto e, senza coprirle, lasciatele alla potenza massima per tre minuti, controllandole spesso (potete usare anche il forno a microonde). In un sacchetto o in un barattolo di vetro mettete lo zucchero di canna, le stecche di cannella, i chiodi di garofano, le mele e, una volta raffreddate, le scorzette di limone e arancia. In un biglietto fornite le indicazioni per la preparazione: versare un litro di vino rosso in una pentola e aggiungete il preparato. Mescolate per qualche minuto e mettete sul fuoco per cinque minuti fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto.



Stampa in PDF