In punto vendita

Emilia Romagna da gustare tra vini, salumi e pasta della tradizione

Dal 20 febbraio al 4 marzo negli Ipermercati Coop dell’Emilia-Romagna protagoniste alcune specialità del territorio 

Prodotti dell’Emilia-Romagna da mettere nel carrello. Ci saranno salumi, vini locali e pasta fresca tra i protagonisti che, dal 20 febbraio al 4 marzo, andrà in scena negli ipermercati Coop di questa regione. Differenti proposte per riempire la dispensa di tipicità locali, nonché ritrovare i sapori di casa dedicandosi a ricette “della nonna”, o stuzzichini per ogni occasione.  

Per ritrovare i profumi dell’Emilia-Romagna si può cominciare dando spazio ai vini del territorio. Piacevoli e versatili, i rossi della regione ben si prestano ad accompagnare la ricca cucina che si presenta sulle tavole. Ne è un esempio il tipico Lambrusco di Sorbara Dop che, con i sui toni profumati e freschi, racconta tutta l’armonia dei territori modenesi in cui nasce. Carni rosse o pasta fresca romagnola è invece accompagnata a dovere da sorsi di Sangiovese Rosso Doc che, con il suo carattere schietto, sa essere delicato e cordiale come l’abbraccio di un vecchio amico.

Come il Lambrusco ha cambiato la storia

Il cuore dell’Emila-Romagna si ritrova anche nella sua memorabile produzione di pasta fresca. Dai semplici piatti a base di pasta di semola, alle più elaborate ricette che vedono protagonisti formati come quello della gramigna: nella versione classica oppure paglia e fieno (che si presenta nel piatto verde e gialla), magari da gustare con il sugo alla salsiccia preparato con polpa di pomodoro bio prodotto sempre in queste terre. Altre soddisfazioni e altri ragù si possono invece sperimentare con gli gnocchi di patate, o le sfiziose chicche che strizzano l’occhio anche a scenari più distanti. 

Gramigna: la pasta riccia della tradizione emiliana

Un posto di rilievo nella selezione di prodotti emiliano-romagnoli è occupato infine dai suoi nobili insaccati. In particolare dai salami che, dal mare all’Appennino, sono tra i protagonisti di merende e spuntini amati da ogni palato.  Dal pregiato Salame di felino Igp, principe indiscusso del territorio parmense, si passa al Salame piacentino Dop, dal sapore dolce e l’aroma fragrante. Scendendo lungo un itinerario che si allunga verso la costa adriatica s’incontra poi il Salame Romagnolo, preparato anch’esso la stessa cura antica e la sapienza artigianale che questa regione ha saputo custodire nel tempo.

Salame Felino Igp