“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

In punto vendita

"Opera tua" raggiunge la Puglia: scegli tra due opere da restaurare e vota!

Fino al 17 ottobre i soci di Coop Alleanza 3.0 potranno esprimere la loro preferenza per il recupero della statua lignea del Cristo conservata nel Castello di Copertino a Lecce o il vasellame del Museo archeologico nazionale Jatta. Con la votazione i soci otterranno uno sconto del 10% sui prodotti di “Sapori, si parte!”

La valorizzazione dei prodotti tradizionali della tavola si sposa con la salvaguardia del patrimonio artistico locale: è l’iniziativa “Opera tua” di Coop Alleanza 3.0, che fino al 17 ottobre fa tappa in Puglia  Dopo Basilicata, Abruzzo, Marche, Veneto e Sicilia, dove il progetto ha reso possibile il recupero di preziose opere d’arte, anche in Puglia i soci di Coop Alleanza 3.0 potranno scegliere tra due opere e, con un semplice voto on line su all.coop/operatua, individuare l’opera da recuperare. In cambio, come ringraziamento per il voto espresso, i soci otterranno uno sconto del 10%, da utilizzare su una spesa di valore non superiore ai 100 euro per l'acquisto di prodotti inclusi nella tappa di “Sapori, si parte!” del medesimo territorio.

In questa nuova tappa si potrà votare il restauro della statua lignea del Cristo risalente al XVIII secolo conservata all’interno del Castello di Copertino (LE) o quello della collezione del Museo archeologico nazionale Jatta a Ruvo di Puglia (BA), una preziosa raccolta di vasi e piatti datati dal VII al IV secolo A.C.

All’interno di uno dei più importanti esempi di architettura militare pugliese, il Castello di Copertino, si trova una scultura lignea del XVIII secolo segnata dal tempo che ritrae il Cristo in croce. Privo di vita, con il capo inclinato sulla spalla destra, il Cristo è rappresentato con una folta chioma che lambisce la spalla destra lasciando scoperto il collo. Il braccio destro è staccato dal corpo. Il restauro dell’opera, realizzata da un ignoto maestro meridionale, prevede la pulitura superficiale, la disinfestazione e il consolidamento del manufatto, l’asporto con bisturi della parti estranee, la risarcitura delle lesioni lignee, la revisione delle parti in ferro, la stuccatura, il rifacimento delle lacune pittoriche, la ripresentazione estetica del dipinto, la verniciatura finale di protezione, la realizzazione di un nuovo supporto, la documentazione fotografica e una relazione tecnico-scientifica.

In alternativa i soci potranno sostenere con il loro voto il recupero di parte della collezione del Museo archeologico nazionale Jatta a Ruvo di Puglia (BA), una preziosa raccolta di antichi vasi e piatti datati dal VII al IV secolo A.C. Alcuni di questi pezzi sono stati selezionati per il restauro: un piatto da pesce, diversi crateri, delle scodelline in bronzo e un mortaio ad orlo pendente. Saranno eseguite analisi diagnostiche pre-intervento, il consolidamento, l’assemblaggio e la stuccatura delle parti ammalorate dei diversi reperti. 

Ora tocca a voi. Cliccate qui per accedere alla pagina del sito di Coop Alleanza 3.0 dedicata al progetto “Opera tua” ed esprimere la vostra preferenza. Non dimenticate poi di utilizzare lo sconto del 10% sui prodotti di “Sapori, si parte!”.