In punto vendita

Sapori di Puglia e Basilicata: comincia un nuovo viaggio tra le specialità regionali

Sono tante le promozioni per degustare i prodotti di queste due regioni dall’animo mediterraneo. L’appuntamento è dal 2 al 12 maggio negli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 e negli Ipercoop di Quarto, Afragola e Guidonia e dal 6 al 15 maggio in una selezione di supermercati Coop 

“Sapori di Puglia e Basilicata” propone un nuovo viaggio alla scoperta delle specialità di queste due splendide regioni. L’iniziativa promozionale vedrà protagonisti alcuni tra i prodotti più amati di queste due regioni. L’appuntamento è dal 2 al 12 maggio negli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 e negli Ipercoop di Quarto, Afragola e Guidonia e dal 6 al 15 maggio in una selezione di supermercati.

Il tour può cominciare dalla Puglia e dalle sue immancabili Orecchiette che conducono subito nel cuore della gastronomia regionale. Qui i sughi per condire questa pasta tipica non si contano. Si può allora restare sul classico e prepararle “alle cime di rapa”, ma anche con un semplice sugo di pomodoro, in una variante più ricca con braciole o polpette, o infine condite con ricotta salata di pecora. Ce n’è davvero per tutti, prima di passare ad altre degustazioni dal tono mediterraneo. 

Non c'è tavola pugliese... senza orecchiette

Da provare è infatti anche il Caciocavallo silano Dop, uno dei formaggi di latte bovino più antichi e tipici del Sud Italia. Il suo aroma è espressione di un territorio esteso tra Basilicata, Puglia, Molise, Calabria e Campania che ha fatto della lavorazione casearia un’arte. Il sapore del Caciocavallo Silano Dop varia a seconda della stagionatura divenendo sempre più intenso e anche piccante. È utilizzato per insaporire molti piatti, ma è ottimo anche con pane, o accanto a fragranti Taralli pugliesi che aprono un nuovo capitolo di tradizione locale. Questi prodotti da forno dalle tante varianti, sono perfetti come snack o per accompagnare aperitivi rustici o raffinati. Di certo non si può pensare a stuzzichini pugliesi senza un assaggio di Capocollo di Martina Franca, l’insaccato che racchiude tutto l’aroma della Valle D’Itria. Una scelta da abbinare magari a un calice di Primitivo Igp Salento dal profumo leggero e il colore intenso.

Un brindisi con i vini del Salento mette tutti d'accordo

Per i più golosi non può mancare infine una tappa dedicata all’irresistibile Pasticciotto. Questo dolce di pasta frolla, ripieno di crema pasticcera, conquista per la sua semplicità e il gusto vellutato. Una specialità del Salento che, come vuole la tradizione, si gusta appena sfornato e ancora caldo a colazione, ma non solo. Se invece la primavera vi ha fatto venire voglia di frutta fresca, allora meglio fare rotta verso le fragole della Basilicata. Qui, nelle terre del Metapontino, da febbraio a giugno è tempo di Candonga: una qualità molto speciale che appartiene alla cultivar Sabrosa e, ogni anno. apre la stagione di questo rosso frutto su tutta la penisola.