In punto vendita

"Sapori, si assaggia!": degustando si scoprono le specialità di Puglia e Basilicata

Dal 29 settembre al 1° ottobre nuova tappa all’insegna del gusto nei punti vendita di Coop Alleanza 3.0. Ecco cosa propone il menù

Sarà un tuffo nei sapori di Puglia e Basilicata quello proposto dalla nuova tappa di "Sapori, si parte!". Dal 27 settembre al 17 ottobre l’iniziativa di Coop Alleanza 3.0 presenterà, in un’area dedicata, una selezione di prodotti pugliesi e lucani, ma non solo. Per un vero e proprio viaggio nei sapori le specialità tipiche saranno protagoniste di gustose degustazioni. Dove e quando lo scoprirete nell’elenco in fondo a questo articolo, ma intanto scopriamo cosa potrete assaggiare.

Nel menù di “Sapori, si assaggia!” troviamo subito i deliziosi pasticciotti con crema e amarena, dolci tortini di pasta frolla ripieni di crema pasticcera, fragranti e profumati. Un’eccellenza del Salento che, come vuole la tradizione, si gustacalda. Dato che per rallegrare i più golosi siamo partiti dal dolce, tra le proposte ci sono anche le Caramelle Melecotogne, dolcezze artigianali dal cuore di marmellata avvolte da un impasto di farina, olio d’oliva, vino bianco e zucchero. Secondo la tradizione, le caramelle nacquero dai ritagli delle paste casalinghe, rimodellati, farciti con marmellate artigianali e cotti sulle braci.

Certo gli assaggi saranno anche salati. Si potranno gustare salumi pugliesi come la soppressata di Faeto, preparata con una selezione di tagli nobili di carne di suino e tradizionalmente proposta nelle due varianti dolce e piccante. La lavorazione avviene con la tecnica a “punta di coltello”, caratterizzata da un taglio grossolano che permette alla carne di rimanere molto compatta. Ci sarà poi il Capocollo di Martina Franca che porta con sé tutto l’aroma della Valle D’Itria e dei suoi boschi. Un salume tra i più pregiati d’Italia, oggi tutelato da un presidio Slow Food, ottenuto dalla carne dei suini allevati nel territorio di Martina Franca. Soppressata e capocollo saranno proposti con la puccia salentina, le piccola pagnotta di pane morbido che non manca mai nei forni del Salento.

Se si esplorano i sapori della Puglia non si possono certo dimenticare le orecchiette con i broccoli, un primo piatto semplice ma ricco dal punto di vista nutrizionale. Ci saranno formaggi come il Canestrato pugliese Dop, dalla media o lunga stagionatura prodotto nelle province di Foggia e Bari con latte di pecora, e la Giuncatella, fresca e morbida, prodotta con latte misto di pecora e capra. Entrambi perfetti da abbinare al miele millefiori o miele di agrumi. Poi la favolosa burrata in foglia, dolce, cremosa e dal sapore intenso di latte, un irresistibile trionfo di sapore abbinare alle tipiche frise di grano duro o integrali. Tra i formaggi si potranno gustare anche due prodotti dei Presidi Slow Food, il Caciocavallo podolico della Basilicata, che profuma di latte e fieno, e il Pallone di Gravina, dalla forma sferica e dal gusto leggermente piccante, serviti con taralli Senatore Cappelli, prodotti appunto con il grano della varietà Senatore Cappelli. Il Caciocavallo podolico che potrete gustare è prodotto con latte nobile, ovvero il latte che, come stabilito da un rigido disciplinare, proviene da bovini che abbiano una produzione massima di 5mila litri di latte all’anno e alimentati con almeno il 70% di erba e fieno con almeno sei essenze presenti. Poi un’originale proposta da servire anche come antipasto: un mini spiedino di Uva Regina Igp con caciocavallo Nobile, un abbinamento perfetto, capace di esaltare gli aromi degli ingredienti. Per prepararlo è stata scelta l’Uva Regina Igp, un’uva da tavola a bacca bianca tipica della Puglia. L’acino di quest’uva, lievemente allungato e dal colore giallo-dorato, ha una buccia spessa e consistente e una polpa dolce e croccante.

Tra le proposte anche la focaccia di Altamura, alta e morbida, sempre ricca di sapore, un perfetto snack da gustare in qualsiasi momento della giornata. All’appuntamento con le degustazioni sarà proposta in tre varianti: con pomodoro e olive, con cipolla e origano o olive e origano. Poi il rustico leccese, un disco croccante di pasta sfoglia che racchiude un morbido ripieno di besciamella, pomodoro e mozzarella. Per concludere un’altra nota dolce: i taralli glassati e i dolcetti alle mandorle. I primi, tipici del periodo pasquale in Puglia, sono la variante dolce dei classici taralli, dolci semplici e aromatizzati grazie alla glassa che li ricopre. I dolcetti alle mandorle, prodotti a mano con le mandorle di massima qualità provenienti da Altamura, sono sublimi per il palato. Croccanti fuori e morbidi dentro queste delizie sono perfette per accompagnare tè e caffè o come dessert per completare il pasto.

Ecco i punti vendita dove “Sapori, si assaggia!” dedicato alle specialità di Puglia e Basilicata farà tappa:

- dal 29 settembre al 1° ottobre a Castello, Lame, Portali, Imola, Borgo, Pesaro, Carpi, Chieti, Mura, Parma Eurosia, Mirandola, Lugo, Reggio Sud, San Donà, Centro Torri, Rimini, San Benedetto, Lecce, Cesano, Cesena, Virgilio, Formigine;

- dal 29 al 30 settembre a Piacenza, Bari, Suzzara, Quarto, Bari Japigia, Pordenone, Catania, Conegliano, Foggia, Favorita, Palermo, Taranto, Schio, Trieste Montedoro, Villesse, Ascoli, Torri d’Europa, Vigonza, Faenza, Bari Pasteur, Brindisi, Barletta, Andria, Molfetta, Matera, Chioggia.

Il viaggio tra i sapori continuerà fino a novembre portando il meglio dell'enogastronomia del Bel Paese in tutti gli ipermercati Coop Alleanza 3.0 e Coop Sicilia, oltre che negli Ipercoop di Afragola, Avellino e Quarto, in Campania.

Sapori, si assaggia - Puglia e Basilicata - settembre-ottobre 2017