In punto vendita

"Sapori, si parte!" alla scoperta di Puglia e Basilicata

Dal 27 settembre al 17 ottobre, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, le proposte di Territori.Coop alla scoperta dei gusti ricchi di due regioni del Sud

Nuova tappa per il tour di “Sapori, si parte!”. Dal 27 settembre al 17 ottobre, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, di Coop Sicilia e negli Ipercoop di Quarto, Afragola e Avellino, l’iniziativa promozionale firmata Territori.Coop presenterà una selezione di prodotti pugliesi e lucani da non perdere. Specialità semplici, genuine, capaci di donare alla tavola un viaggio nel gusto memorabile.

I prodotti tipici di Puglia e Basilicata sono espressione di un incrocio tra culture, eccellenze che sono espressione del grande patrimonio enogastronomico del Sud Italia. In queste terre ogni occasione è buona per sedersi a tavola, apprezzare i piatti della signora di casa, della nonna, della mamma, della zia. E, dieta a parte, non c’è modo di dire no, vuoi perché i piatti sono un’irresistibile scoperta o perché c’è qualcuno che potrebbe pensare che la cucina non è stata gradita. Di fronte a tanta abbondanza non ci si tira dunque mai indietro. Il grande tour culinario comincia con i gustosissimi taralli e tarallini, oggi prodotti in numerose varianti - aromatizzati, integrali, multicereali oltre ai classici - sempre perfetti da gustare durante gli aperitivi o uno spuntino.

Orecchiette con ceci, cozze e pomodorini

Si passa poi a saporiti primi piatti come le classiche orecchiette, gli strascinati o i maritati (oggi anche integrali), quest’ultimo piatto tipico della domenica salentina composto da orecchiette e maccheroncini fatti con un impasto di semola di grano duro. Se poi sentirete parlare di calamarata, non pensate di trovarvi di fronte a un piatto di calamari, magari cucinati con passata di pomodoro, pomodorini della zona. La calamarata non è altro che un formato di pasta, grossi anelli di semola di grano duro spesso serviti con un sugo a base di calamari o altri cefalopodi tagliati ad anelli.

Caciocavallo podolico, il Signore dei formaggi migliora con l’età

Tra le specialità lucane i formaggi e i salumi hanno sicuramente un posto di primo piano. Basta pensare al caciocavallo podolico, formaggio dalla pasta compatta, semidura che profuma di latte e fieno reso unico dal latte del bovino podolico che vive allo stato brado sui pascoli incontaminati della Basilicata. E perché non servirlo con altri formaggi pugliesi dal sapore intenso come il caciocavallo silano e il pallone di Gravina o il canestrato Dop?

Il “Pallone” che pesa 10 chili? È un formaggio della generosa Alta Murgia

Pensando ai gusti lucani non possono essere dimenticate le salsicce come la lucanina piccante o il pezzente, la profumatissima e aromatica salsiccia preparata aggiungendo polvere di peperone dolce e piccante di Senise, finocchio selvatico, aglio fresco tritato e sale marino. Il suo gusto è potente, con sentori erbacei e note piccanti ammorbidite dal grasso.

Quando a cucinare è il socio, i crostoni si preparano con sughetto di pezzente

Lasciando la Lucania anche la Puglia suggerisce salumi che conquistano il palato come il famoso capocollo o il prosciutto di Faeto con il suo mix di sapori, profumi e colori ineguagliabili. Tutte specialità, magari gustate con il pane tipico di questa terra come la ciabatta o la puccia salentina, che si sposano perfettamente con vini strutturati come l’Aglianico, il Primitivo o il Negroamaro.

Pucce e frise: morbidezza e croccantezza tutta pugliese

Per concludere che cosa c’è di meglio di un pasticciotto leccese alla crema o alla crema e amarena? Al dolce più noto della pasticceria salentina, preparato con pasta frolla croccante e ripieno di crema pasticcera, non potrete certo resistere.


“Sapori, si parte!” è l'iniziativa promozionale dedicata alle specialità tipiche e tradizionali delle regioni in cui la cooperativa è presente con i propri punti vendita. Protagonisti di questo autentico “tour” enogastronomico alla scoperta delle eccellenze alimentari del nostro Paese sono i produttori, grandi e piccoli, che con il loro impegno quotidiano tengono alta la bandiera del Made in Italy agroalimentare.

Di seguito trovate l'elenco dei produttori della Puglia e della Basilicata che ci hanno aiutato a realizzare l'undicesima tappa di questo “scambio culturale” portando i loro prodotti in tutti gli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 - dal Friuli Venezia Giulia all'Abruzzo - in quelli di Coop Sicilia e in Campania negli ipermercati di Quarto, Afragola e Avellino dal 27 settembre al 17 ottobre.

- Agridè
- Altus Murus
- Apicoltura Rondinella
- Apulia Snacks
- Arte e Sapori
- Azienda Agricola Pessolani
- Azienda Vitivinicola San Martino
- Biancolat
- Biorganica Nuova
- Cantina di Venosa
- Cantina Sociale di Nardò
- Cantina Sampietrana
- Cantina Sociale di Barletta
- Cantine Miali
- Cantine Paololeo
- Cantine Lizzano
- Cantine San Marzano
- Cardone
- Casaltrinità
- Clemente
- Conte Spagnoletti Zeuli
- Cordisco
- Cooperativa Sociale Altereco
- De Luca
- De Nicolo Pastai
- Dentamaro
- Desantis
- Distillerie Cappello
- Fattorie Donna Giulia
- Fiume
- Gelmar
- Golosità dei Trulli
- Granoro
- Grifo
- Industria Alimentare Apulia
- inMasseria
- L'Antica Cantina
- Le Conserve Daune
- Leone De Castris
- Martinucci
- Merak
- Miele Selvaggi
- Lavermicocca
- Lucana Salumi
- Naturpuglia
- Oropan
- Pantaleo Agricoltura
- Pasta Vera
- Pastificio Abatianni
- Puma Conserve
- Quattroemme
- Rivera
- Rosso Gargano
- Saicaf
- Sanguedolce
- Selezione Casillo
- Snd Italia
- Soave
- Tarall'oro
- Taurosso
- Tesori d'Apulia
- Torre Quarto
- Vallefiorita
- Vignuolo
- Vinicola Mastricci