Plum cake salato con topinambur, semi oleosi misti e scamorza fresca

Alla scoperta di alcuni ingredienti benefici e semplici da usare. Provateli in questa nuova ricetta della blogger Barbara Lechiancole

Dalla blogger di "Cucina di Barbara"

La ricetta che vi propongo oggi è quella di un plum cake salato che ha diversi ingredienti “principi” come mi piace definirli… e non “principali”. “Principi” perché tutti importanti allo stesso modo, nessuno escluso e che contribuiscono a mantenere una alimentazione sana.

Il primo ingrediente è il topinambur, un tubero dai molteplici nomi, da noi ancora relativamente sconosciuto. Viene infatti chiamato topinambur, rapa tedesca, tartufo di canna, carciofo di Gerusalemme. Se topinambur è il più esotico, carciofo di Gerusalemme è quello più evocativo, perché di fatto ci anticipa un po’ quello che è il sapore che ricorda, seppur in maniera vaga, e cioèquello del carciofo. Nonostante in apparenza assomigli in qualche modo ad una patata, ma con una forma decisamente più irregolare, il topinambur non si sbuccia.

Un’altra curiosità riguardante questo tubero è che si tratta in realtà di una pianta infestante che troviamo spesso in riva a corsi d’acqua, estremamente resistente agli attacchi di parassiti. Ha nei suoi nemici più acerrimi i piccoli roditori, che da buongustai sono avidi consumatori del tubero, che è poi la parte della pianta che viene utilizzata in cucina. Perché consiglio di includere il topinambur nella vostra alimentazione? Perché è diuretico, tonico e rafforza il nostro organismo e ci aiuta a digerire meglio ciò che ingeriamo.

Un altro ingrediente che ho incluso in questa ricetta e che dovremmo consumare, se non ogni giorno almeno molto più spesso, è il mix di semi oleosi. Nello specifico ho utilizzato semi di papavero, di lino, di sesamo e di girasole. Vengono in generale definiti i semi della salute perché sono importanti per il corretto funzionamento e il benessere del nostro cuore e del nostro intestino e inoltre sono ricchi di fibre e di grassi cosiddetti “buoni”, in particolare di Omega 3 e Omega 6.

Io li ho aggiunti sia all’interno dell’impasto, sia per spolverarne e guarnire la superficie. L’utilizzo dei semi oleosi nella nostra dieta è in realtà molto più semplice di quello che si crede: potrete preparare infatti delle gustose barrette dietetiche, aggiungerli come tocco finale nelle insalate o nelle zuppe, o consumarli nello yogurt a colazione. Unendoli al topinambur in questo gustoso plum cake, farete così una gentilezza sia al vostro corpo che al vostro palato.

PLUM CAKE SALATO CON TOPINAMBUR, SEMI OLEOSI MISTI E SCAMORZA FRESCA

Ingredienti (per sei persone):

  • 200 g di farina 00
  • 170 g di latte
  • 100 olio di semi di girasole
  • 2 uova intere
  • 1 scamorza fresca intera
  • 100 g di pancetta dolce
  • 200 g di topinambur a dadini
  • 1 bustina di lievito per torte salate
  • un pizzico di sale
  • 100 g di semi misti (semi di sesamo, papavero, amaranto, lino)

 

Preparazione
Per prima cosa sbollentare i dadini di topinambur in acqua bollente salata per circa 7 minuti. Scolare e far raffreddare. Intanto nella ciotola della planetaria con la frusta a filo mettere le uova, il latte e l’olio. Quando sono ben montate aggiungere la farina e il lievito setacciati insieme, la scamorza tagliata in cubetti, la pancetta dolce, il prezzemolo e un pizzico di sale. Togliere la ciotola dalla planetaria il topinambur sbollentato e aggiungere una manciata di semi di papavero e di amaranto.  

Mescolare bene con una spatola e versare in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato. Con un pennello bagnare la superficie con del latte e ricoprire con il mix di semi oleosi. Cuocere in forno caldo a 200° per 35 minuti. Verificare la cotture con uno stecchino. Lasciar raffreddare bene prima di sfornare e tagliare per servire.



Stampa in PDF