Ecoquiz, l’app che insegna la sostenibilità con il gioco

Test mettono alla prova gli utenti sui temi ambientali. I giocatori si organizzano in tornei e lanciano sfide via Facebook
app “edutainment”


C’è un modo nuovo per insegnare i temi della sostenibilità e dell’ambiente agli studenti. “Ecoquiz, in missione per il Pianeta!” è un’app che unisce educazione e intrattenimento, il cosiddetto “edutainment”. L’applicazione, un’idea dell’agenzia Achab Group presentata ad Ecomondo, propone domande a risposta multipla ed è personalizzabile: si può integrare con Facebook e utilizzare per partite singole o tornei con amici o avversari casuali.
Lo scopo è quello di stimolare comportamenti virtuosi attraverso un gioco che stuzzica la curiosità sui temi ambientali. È possibile giocare con Ecoquiz direttamente on line (clicca qui) o scaricare l’app per smartphone e tablet dagli store iOS o Android.

Dopo l’installazione, Ecoquiz sottopone l’utente a un test iniziale per misurare lo stile di vita e determinare la sua impronta ecologica, ovvero quanta superficie terrestre è necessaria per fornire le risorse consumate e assorbire i rifiuti che ha prodotto. La partita prevede sei domande, due domande bonus e una domanda finale che dimezza o raddoppia il punteggio. Ogni domanda, scelta casualmente su una base di oltre mille quesiti, ha un proprio punteggio di partenza che decresce nel tempo. Più si è veloci a rispondere e più si guadagnano punti.
Per coinvolgere amici e conoscenti nel gioco e riuscire a migliorare i risultati, l’utente può autorizzare Ecoquiz a pubblicare i punti conquistati sul profilo Facebook.

L’app ludico-formativa, sperimentata a Prato tra 500 ragazzi, ha già ottenuto ottimi risultati. In una settimana sono state giocate 25mila partite, con una media di 50 a utente. Le risposte corrette sono state in media del 47%. Circa 4.222 partite (16,8%) hanno registrato un punteggio superiore a 2.500 punti (su un punteggio massimo previsto di 8.400) mentre 2180 partite (8,7%) hanno registrato un punteggio maggiore di 4.000 punti. E’ il momento di mettersi alla prova.


Stampa in PDF