Nel 2017, anche la tavola è sempre più greenery

La natura fa tendenza. Il colore Pantone dell’anno è un verde squillante che racconta di prati e piante, di frutta e verdura

Letture

Se non amate le verdure quest’anno dovrete farvene una ragione: al verde non si può rinunciare. Questione di stile, perché oggi anche la cucina segue le tendenze salutiste e si ispira alla tavola, dove regnano le verdure colorate dalla clorofilla. Il colore Pantone scelto per l’anno 2017 è infatti il Greenery (codice 15-0343), un verde di una tonalità verde-gialla fresca e frizzante, capace di rievocare la primavera, prati e piante lussureggianti, ortaggi e anche alcuni frutti. Una vera e propria sferzata di energia che ha pure un sapore inconfondibile. Grazie alla presenza della clorofilla, infatti, possiamo percepire un senso di freschezza che rende uniche le verdure verdi, dotate di qualità preziose per l’organismo: la clorofilla purifica il sangue, combatte l’anemia, tonifica il cuore, regola il livello di colesterolo, aiuta la cicatrizzazione, disinfetta e deodora la pelle, neutralizza le tossine. Non a caso, i broccoli, la lattuga, le erbette poco cotte sono un toccasana per la salute.

I broccoli, ricchi di sali minerali, di vitamina C, B1 e B2, sono ortaggi dalle forti proprietà antiossidanti e depurative. Un vero e proprio alimento nutraceutico capace di fornire all’organismo sostanze fondamentali per la salute. Questi ortaggi della stessa famiglia dei cavoli contengono anche il sulforafano, una sostanza ritenuta un potente antitumorale. Sono consigliati nel caso di carenze vitaminiche, in stati di estremo affaticamento e quando si è particolarmente nervosi. L’odore durante la cottura non è particolarmente amato, ma i broccoli possono essere anche consumati crudi. Basta tagliarli molto sottili e condirli con olio extravergine di oliva, sale e limone.

La lattuga è composta per larga parte di acqua, circa il 95% e per questo è considerato un ottimo alimento reidratante molto utile per il benessere dell’apparato digerente, capace anche di combattere la ritenzione idrica. Contiene vitamine come A, B1, B2, B3, C ed E, betacarotene, fibre e sali minerali calcio, magnesio, potassio, sodio e ferro. Ha proprietà calmanti, combatte l’invecchiamento e, grazie alla presenza di ferro, aiuta a contrastare l’anemia. Insalata a parte, può diventare anche ingrediente di una maschera per il viso alternativa o di un decotto per dormire sereni.

La pelle? Fresca come una lattuga

Le erbette (o “bietola da taglio”) sono un alimento rinfrescante e mitigante, utile per chi soffre di disturbi dell’apparato digerente. Ricche di fosforo, magnesio, ferro, calcio, potassio e, grazie al contenuto di vitamina C, queste foglie dal verde intenso mantengono alte le difese immunitarie. Sono ricche di acido folico e quindi particolarmente adatte all’alimentazione della donna durante la gravidanza. Se piccole e tenere si posso gustare anche crude. Per assimilare meglio il ferro è consigliabile condirle con succo di limone.

Le bietole? In Emilia Romagna stanno bene con tutto

Ma non solo la verdura porta a tavola il colore dell’anno. Greenery, in tutte le sue nuances, sono anche alcuni frutti o il prezioso tè Matcha, il tè verde giapponese che ha proprietà antiossidanti 137 volte superiori a quelle di qualsiasi tè verde. Non possiamo certo dimenticare il verde kiwi, un concentrato di vitamine con poche calorie. Questo frutto contiene ben 85 milligrammi di vitamina C ogni 100 grammi di prodotto. È inoltre ricco di vitamina E, utile per proteggere i tessuti dall’invecchiamento. Oggi la sua coltivazione è diffusa anche in Italia, divenuta rapidamente il primo paese produttore di kiwi al mondo, e in Lazio, a Latina, il frutto ha conquistato un marchio di indicazione geografica protetta.

Le mille e una proprietà del kiwi

Kiwi di Latina Igp: un gusto 100% made in Italy

C’è poi l’avocado. Perfetto per la preparazione di insalate o di un delizioso guacamole per accompagnare un aperitivo, questo frutto esotico è ricco di acido linoleico e omega 3, i cosiddetti “grassi buoni”, capaci di inibire la produzione di colesterolo. Gustare il verde avocado è quindi un ottimo aiuto per il cuore e il sistema cardiocircolatorio. E non solo, perché l’avocado, ricco di antiossidanti come vitamina A ed E, dà una mano anche a combattere i radicali liberi e a rallentare l’invecchiamento cellulare.

Insalata di lenticchie di Ventotene con avocado, lime e coriandolo

Non possiamo poi dimenticare la mela verde, la famosa Granny Smith, disponibile fino a metà maggio. Con l'inimitabile buccia verde, questa mela ha una polpa compatta e succosa, un sapore fresco e leggermente aspro. Le proprietà sono numerose: riducono i problemi di fegato e, grazie alla ricchezza di fibre, danno una grossa mano all’apparato digerente. La mela verde è perfetta per le diete ipocaloriche, perché saziante e meno zuccherina rispetto ad altre varietà, oltre ad essere ricca di antiossidanti come flavonoidi, polifenoli e di vitamine A, B e C.

Una mela al giorno… ma anche due

E di un verde davvero squillante è anche il tè matcha, il tè verde giapponese, ricco di vitamine B1, B2 e C, beta-carotene, sali minerali, polifenoli e caffeina, un efficace energizzante che aiuta a mantenersi attenti e vigili. Non è un caso, infatti, che proprio questo tè fosse utilizzato dai monaci buddisti durante la meditazione. Tra le numerose proprietà, c’è quella di aiutare a contrastare il diabete di tipo 2, di favorire la perdita di peso, rinforzare il sistema immunitario, contribuire al benessere dell’apparato cardiovascolare, difendere delle infezioni.

Lo spirito green ha davvero un ottimo sapore.

Allegati 


Stampa in PDF