Carne salada del Trentino un piatto completo attento alla bilancia

Prodotta con i tagli pregiati di carne bovina, questa specialità gradevolmente sapida e dal profumo aromatico e speziato può essere servita come carpaccio o cotta 

Trentino Alto Adige

Tenera e saporita, la Carne salada del Trentino è una specialità tipica prodotta con le carni più pregiate di bovino adulto. Nasce nella zona collinare al confine tra i comuni di Riva del Garda, Arco e Tenno e la sua tradizione è antica. Una traccia della sua produzione si trova in un manoscritto quattrocentesco, ma la commercializzazione comincia più tardi, intorno al 1700 con l’attività di due famiglie di Tenno.

È grazie agli ingredienti di qualità e alla particolare lavorazione che la carne salata si caratterizza. I tagli di carne fresca di manzo, privata di grasso, vengono massaggiati, frollati e insaporiti con foglie di alloro, bacche di ginepro, aglio, pepe nero, rosmarino e sale grosso.

Affinché il prodotto acquisisca tutto un gusto inconfondibile le carni vengono salmistrate e tenute al macero per oltre venti giorni. Dopo questo periodo il prodotto viene fatto sgocciolare e confezionato.

La Carne salada è particolarmente apprezzata per il suo sapore delicato e la leggerezza. Basti pensare che presenta circa l’1% di grassi e un basso apporto calorico (93 kcal per 100 grammi), caratteristica che la rende particolarmente adatta alle diete ipocaloriche.

Le proposte per servirla non mancano. Può essere protagonista di gustose insalate e abbinamenti se consumata cruda o, se tagliata a fette più spesse, cotta in padella. In questo caso è tradizionalmente servita con “fasòi”, fagioli, e una fetta di pane nero.

Servita come carpaccio, tagliata dunque a fette sottili, la specialità trentina mostra il suo colore rosso rubino ed esalta la grande raffinatezza del suo sapore. Basta anche solo aggiungere un filo d’olio extravergine di oliva e magari un po’ di rucola per gustare un piatto completo e saporito. Può essere un piatto unico ma anche un gustoso antipasto, magari aggiungendo un goccio di limone e ingredienti come porcini sott’olio, scaglie di Grana Padano, rucola, sedano, sedano rapa, radicchio rosso, erba cipollina e anche frutta come mela o melone. Con un po’ di ricotta o un altro formaggio morbido (anche caprino) si possono preparare appetitosi fagottini.

La Carne salada è un piatto perfetto nella bella stagione, quando non si ha voglia di accendere i fornelli e si desidera portare a tavola un po’ di freschezza. Se poi si vuole aggiungere un buon bicchiere di vino la scelta non manca. Ottimo è l’abbinamento con lo Spumante Trentodoc metodo classico, vino bianco dal colore giallo paglierino, perlage fine e persistente e un bouquet fresco e intenso con un’ampia nota fruttata di mela Golden matura e fiori bianchi. Se si preferiscono i vini rossi, un’ottima scelta è il Kalterersee, vino piacevolmente fresco e fruttato con il tipico sentore di ciliegia e mirtillo e note di mandorla amara e violetta.

 

 

Foto: Michela Simoncini su flickr



Stampa in PDF