Dipendenza da fragole? Cercatele in Emilia Romagna e nelle regioni italiane

Da febbraio a giugno le fragole spiccano sui banchi dell’ortofrutta. Ma qual è la stagione giusta per trovare quelle locali? Ecco una guida per orientarsi in Italia.
Emilia-Romagna
Quando le fragole arrivano anche in Emilia Romagna, significa davvero che la brutta stagione è finita anche al Nord. Dopo aver colorato di rosso i campi del sud e del centro Italia, finalmente le fragole splendono turgide anche nella nostra regione, dove si contano ottime produzioni locali e diverse varietà vecchie e nuove.
Ogni stagione ha i suoi frutti, ma si può dire che ogni regione ha le sue stagioni. Per ridurre davvero i chilometri e acquistare prodotti freschi, diventa importante conoscere i tempi di raccolta di frutta e verdura a seconda del territorio.

Cosa fare se la voglia di fragole comincia prima della stagione? Chi non vuole aspettare può sempre scegliere fragole italiane, disponibili già da febbraio e provenienti da Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania. Viceversa, le fragole dell’Emilia Romagna cominciano a fine aprile e riescono a coprire la stagione fino a giugno, quando ormai le fragole del sud hanno lasciato il posto ad altre primizie. Per chi non riesce a rinunciarvi anche in piena estate, arriveranno per fortuna le fragole del Trentino Alto Adige, che maturano a luglio e agosto grazie alla diversa altitudine. A ottobre il Veneto sfrutta al meglio le risorse della natura offrendo addirittura una varietà rifiorente.

Insomma: grazie alle varie latitudini e altitudini del nostro paese - che dedica alle fragole 3.600 ettari di superficie - non c’è ragione di andare oltre confine. E chi cerca cibi rigorosamente locali, può metter mano al calendario e gustare le fragole nel loro momento di massimo splendore.


Stampa in PDF