L’anima de Il Bettolino è sempre più bio

La cooperativa sociale emiliana rinnova il proprio bouquet di aromi in versione biologica. Ne abbiamo parlato con la presidente Francesca Benelli

Emilia-Romagna

Sono locali, gustose e biologiche: le nuove vaschette di aromi “Amici in campo” de Il Bettolino combinano il consueto impegno sociale con una rinnovata qualità bio. La cooperativa sociale emiliana - impegnata a Reggiolo (RE) nell’integrazione lavorativa dei cittadini disabili e svantaggiati e nota per la coltivazione idroponica del basilico - rilancia quest’anno con cinque nuove vaschette di erbe aromatiche. Si tratta di rosmarino, salvia, aromi misti, basilico e prezzemolo, tutte rigorosamente biologiche.

Come ha spiegato Francesca Benelli, presidente della cooperativa, “l’idea nasce dalla volontà di rinnovare la linea per proseguire nella nostra missione di accogliere dei ragazzi con disabilità. Visto il calo dei consumi del 2014, abbiamo scelto di introdurre ulteriori referenze per mantenere attivo il laboratorio”. E l’impegno è stato premiato: grazie alle new entry bio, Il Bettolino conta oggi quattro nuovi ragazzi inseriti nel laboratorio che, in totale, ospita 29 lavoratori disabili (mentre nell’insieme la cooperativa tocca quota 50).

Al momento sono tredici le referenze coltivate e confezionate da Il Bettolino: di queste, cinque sono bio. “Si tratta di erbe che appartengono al territorio emiliano-romagnolo, seminate nelle loro varietà locali dai ragazzi” ha chiarito Francesca. Le novità de Il Bettolino s’inseriscono inoltre in un più vasto progetto di conversione al biologico dell’intera attività della cooperativa. Il passaggio ha preso il via nel 2012 con i vasi di piantine per la linea di ViviVerde Coop e l’auspicio, conferma la presidente, “è quello di proseguire su questa strada, aumentando nel tempo le referenze destinate alle vaschette e proseguendo nella collaborazione con Coop”.

Un obiettivo che va a braccetto con gli intenti sociali, vero e proprio focus della cooperativa che “sta ottenendo buoni risultati anche grazie al lavoro con gli aromi. Questo genere di lavoro riesce a stimolare l’autonomia dei ragazzi e, specialmente per chi soffre di autismo, il contatto con le erbe aromatiche sembra dare risultati molto positivi” ha aggiunto Francesca. Quella de Il Bettolino è una scelta a favore della salute e dell’ambiente, dunque, che senza sforzo diventa opportunità e crescita non solo per l’azienda, ma anche per i lavoratori che contribuiscono a renderla unica.



Stampa in PDF