La polenta d’estate si serve a fette e diventa un crostino

Accompagnata con verdure e sughi, uova, formaggi o semplicemente erbe aromatiche e un filo d’olio, questa specialità della tradizione riesce sempre a stupire

Veneto

La polenta non è un piatto da gustare solo d’inverno. La sua versatilità stupisce anche quando fa caldo e la voglia di mettersi ai fornelli se ne va rapidamente. Insomma la farina di mais cucinata ad arte è deliziosa servita d’estate, anche se non ci si trova in un rifugio di alta montagna. Le soluzioni per servirla sono davvero numerose, tante quante la fantasia vi suggerisce. Si può ricorrere a una cottura rapida e la si può condire con verdure e sughi aromatici, oppure si può scegliere di raffreddarla e servirla a fette, proprio come se fosse pane accompagnandola da contorni, creme, salumi e chi più ne ha più ne metta. Per chi dei fornelli non ne vuole proprio sapere, in commercio esistono panetti di polenta di mais precotti e già pronti per il consumo. Si tratta di un prodotto semplice, senza grassi aggiunti e perfetto per l’alimentazione di chi soffre di celiachia perché la polenta non contiene glutine.

Come vuole la tradizione la farina di mais viene fatta cuocere in acqua e sale. Una volta versata su un tagliere, la polenta viene lasciata raffreddare e tagliata con un filo. Le fette di polenta diventano anche protagoniste delle grigliate estive. Abbrustolendole sulla griglia sprigionano tutto il profumo di mais e diventano croccanti e appetitose.

Con le fette di polenta grigliata si possono preparare deliziose bruschette. Sarà un’ottima soluzione ad esempio per un antipasto alternativo e originale o per uno spuntino sostanzioso da condire con salse, verdure grigliate o passate in padella, uova, funghi trifolati, formaggi alla piastra, carne e pesce o anche semplicemente un’insalata di pomodori. Un esempio? Grigliate le fette di polenta, tagliate a cubetti alcuni pomodori e conditeli con olio extravergine d’oliva e sale, aggiungete un po’ di mozzarella, basilico fresco e origano e il gioco è fatto. Stessa cosa si può fare utilizzando del tonno al naturale.

La polenta a fette è altrettanto gustosa servita con i peperoni precedentemente saltati in padella. Tutto il sapore degli ortaggi si amalgamerà alla perfezione con la polenta esaltandone il sapore. Anche semplicemente insaporita con le erbe aromatiche, come rosmarino o alloro, e un filo d’olio extravergine di oliva riuscirà a stupirvi. Se poi cercate di accompagnarla con qualcosa di fresco da bere, considerate una buona birra artigianale. Nel caso scegliate di unire polenta e pesce, meglio propendere per una birra blanche, particolarmente apprezzata per la sua leggerezza e per il sapore leggermente acidulo, fresco e speziato.



Stampa in PDF