“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

L'oro verde del Garda è un olio d'oliva Dop leggero ed elegante

Nel microclima lacustre il segreto di un olio prezioso celebrato a tavola per la sua grande versatilità. All’eccellenza del territorio è dedicato anche un museo

Trentino Alto Adige

Sul Lago di Garda la produzione dell’olio extravergine di oliva è un’eccellenza. Grazie al clima mite e alle temperature mai troppo rigide, nelle campagne a ridosso delle colline moreniche crescono gli ulivi delle varietà Casaliva, Frantoio e Leccino. Con le piccole olive cullate dal microclima del lago si produce un olio delicato, leggero e digeribile dal sapore fruttato e gradevolmente piccante che per le sue caratteristiche qualitative, nel 1997, ha conquistato la Denominazione di origine protetta.

L’olio extravergine di oliva Dop Garda ha un colore che varia dal verde al giallo, un sapore fruttato con note dolci e un retrogusto tipico di mandorla, un odore elegante con sentori erbacei, di carciofo e frutta secca. È buono sia utilizzato crudo o per la cottura e in cucina è molto versatile. Si abbina infatti a molti piatti, dalla carne al pesce fino ai molluschi, dalle verdure cotte e crude ai formaggi freschi e di media stagionatura fino alle preparazioni dolci e salate come torte o bruschette. Con il suo gusto persistente, mai prepotente, è delizioso anche abbinato al cioccolato o ai gelati.

Per tutelare il prodotto di qualità del Garda è nato un consorzio di tutela che raccoglie i produttori e gli operatori della filiera di tre regioni: Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto e le province di Brescia, Mantova, Trento e Verona. Un rigido disciplinare di produzione definisce i requisiti del prodotto Dop e stabilisce anche la possibilità di indicare l’origine geografica dell’olio con: “Bresciano”, “Orientale” e “Trentino”.

Tra fine ottobre e inizio novembre, quando il colore delle olive diventa più scuro, è tempo di raccolta e per il giorno di Santa Caterina si festeggia il raccolto. A Brenzone, ai piedi del Monte Baldo, l’antica fiera di fine novembre è divenuta con gli anni l’occasione per incontri a tema, menù e degustazioni per assaggiare il prodotto tipico. Ma le feste e le manifestazioni che, nel corso dell’anno, celebrano l’olio extravergine Garda Dop sono davvero tante. A metà giugno, a San Felice del Benaco, si tiene la manifestazione interregionale Olea e, giusto per non dimenticare che l’olio buono è disponibile tutto l’anno, a Bardolino al prezioso “Oro verde del Garda” è dedicato anche un museo, un’occasione per approfondire la storia del prodotto d’eccellenza senza dimenticare però di apprezzarlo facendolo scivolare su una fetta di pane.

Foto: Consorzio di Tutela Olio Extra Vergine di Oliva Garda D.O.P.



Stampa in PDF