L'uva di Mazzarone Igp, reginetta di bellezza, si mette in mostra a tavola

Dalla polpa compatta e dalla buccia senza difetti cresce ai piedi dell’Etna nei territori di Catania e Ragusa. Nera, rossa e bianca la sua qualità è certificata

Sicilia

I mesi di settembre e ottobre sono il momento migliore per gustare l’uva da tavola di Mazzarone Igp. Questa uva, che cresce in terreni calcareo-argillosi di Sicilia, è prodotta nell’area compresa tra le province di Catania e Ragusa, nei comuni di Mazzarrone, Caltagirone, Licodia Eubea, Acate, Chiaramonte Gulfi e Comiso. Dalla polpa compatta e dal sapore dolce e gustoso, l’uva di Mazzarone Igp prende il nome dal paese catanese che si trova ai piedi dei monti Iblei e a sud dell’Etna.

Prodotta nelle tipologie nera, rossa e bianca, quest’uva ha acini di forma sferoidale-ellissoidale con una buccia priva di difetti. I suoi grappoli grandi (con pezzatura minima di 350-400 g) e robusti non sfigurano mai a tavola. Ma è soprattutto per le sue qualità organolettiche che l’uva Mazzarone Igp ha conquistato il palato dei consumatori e il marchio Ipg. Dal 2003, infatti, questa varietà siciliana ha ottenuto la certificazione di Indicazione geografica protetta e oggi è tutelata da un consorzio che ne promuove il consumo e la coltivazione che rispetta un preciso Disciplinare di produzione.

Da maggio ad agosto si raccolgono le varietà precoci, mentre da agosto a dicembre quelle medio-tardive e tardive. Il frutto di stagione è particolarmente gustoso, più salutare e conserva intatte tutte le sue preziose proprietà nutrizionali. Specialmente se consumata di mattina a digiuno, l’uva Mazzarone Igp, naturalmente ricca di sali minerali, vitamine (C, B1, B2, PP, A) e zuccheri, è un toccasana per l’apparato digerente. Alcuni studi hanno individuato anche un prezioso antiossidante, il reveratrolo, antiaggregante piastrinico e fluidificante del sangue.

Questa varietà d’uva è ottima così com’è, ma è perfetta anche per la preparazione di dolci, succhi, marmellate, gelatine e sorbetti da gustare con un buon bicchiere di vino come il malvasia. Non solo. A colazione può essere apprezzata con yogurt e cereali, mentre a pranzo e a cena può essere servita come antipasto insieme a del formaggio o come originale ingrediente di fresche insalate.

Ogni anno a fine estate, a Mazzarone, il prodotto è celebrato durante il Festival internazionale Uva da tavola Igp, un evento organizzato per far conoscere e degustare attraverso conferenze, fiere espositive, spettacoli e attività ludico-ricreative la deliziosa uva siciliana.



Stampa in PDF