Moretta mon amour

La miscela fanese sta conquistando appassionati di tutta Italia grazie al suo gusto irresistibile e a un “Team” speciale che ama il territorio e le sue tradizioni.
Marche
La miscela fanese sta conquistando appassionati di tutta Italia grazie al suo gusto irresistibile e a un “Team” speciale che ama il territorio e le sue tradizioni.

Più che un cocktail è un rituale magico, e più che una bevanda tipica è un distillato di tradizione e convivialità marchigiana. La Moretta Fanese è così: irresistibile e misteriosa al punto giusto. Una bevanda fumante fatta di tre strati ben distinti: l’oro della miscela di liquori, il nero caffè e una densa schiumetta, il tutto accentato da una sottile scorza di limone. Se andate a Fano ve la serviranno senza indugio dentro un bicchierino di vetro liscio, quelli da osteria.

La sua origine pare risalga al 1892 legandosi alle intuizioni del Caffè Cavour di Fano per arrivare infine a quelle del Caffè del Porto. In città le leggende sono tante, ma una cosa è certa: la notorietà della Moretta si sta diffondendo in tutta Italia grazie anche a un gruppo di appassionati e a un “Team” speciale innamorato del territorio e delle sue tradizioni. Si tratta del Moretta Team nato da un’idea dell’istruttore di Mountain Bike Andrea Paoloni, curatore del sito morettafanese.itche svela tutto quello che c’è da sapere sulla nota bevanda da sperimentare anche a casa.

Come spiega Andrea: “Questa impresa ha unito due mie grandi passioni: la bicicletta e la Moretta. In un primo momento è nato il sito per far conoscere il prodotto a tutti, poi si è deciso di sponsorizzare virtualmente il team di mountain bike che, tra le altre cose, organizza escursioni sul territorio di Pesaro e Urbino. Le iniziative sono aperte a tutti e finiscono inevitabilmente attorno ad una bella Moretta, bevanda conviviale ed energetica per eccellenza”.

Il team - oggi in continua crescita - nasce fin da subito come un progetto di Social Biking per creare una rete di appassionati delle due ruote, della natura e delle tradizioni fanesi. Ma c’è di più: grazie al sito stanno prendendo il via anche i “Moretta fan club” e i “Point” regionali (attivabili contattando i gestori del sito) che intendono coinvolgere i baristi di tutta Italia interessati a organizzare corsi o eventi sul tema. Un altro modo per condividere il mix fanese, spiega Andrea, chiarendo che “molti amici e visitatori dopo aver assaggiato la Moretta ne hanno parlato nelle loro città e ai loro baristi, così hanno preso vita i primi gruppi Facebook di Moretta fan club che stanno dando ancora più visibilità alla nostra tradizione”.
foto: lafanodioggi.it


Stampa in PDF