Ossocollo di Sauris: i sapori della montagna si gustano in un salume

Questa specialità friulana è ottenuta da coppa di maiale delicatamente affumicate. Ne abbiamo parlato con Cristian Cozzutti, responsabile commerciale del Prosciuttificio Wolf 

Friuli Venezia Giulia

Figlio di una valle incantata, l’Ossocollo di Sauris racchiude tutto il profumo e la tradizione delle sue terre. Questa specialità dalla leggera affumicatura, nasce infatti nel piccolo comune di Sauris (Udine): uno scrigno del gusto che sorge a  milleduecento metri sul livello del mare, protetto dalle Alpi Carniche e addolcito dal respiro del lago. A raccontarci qualcosa di più del pregiato Ossocollo locale è Cristian Cozzutti, responsabile commerciale del Prosciuttificio Wolf di Sauris che, fin dal lontano 1862, si dedica alla produzione di salumi dal carattere unico. “L’Ossocollo di Sauris si lega indissolubilmente a questo territorio, perché è qui che nasce, viene lavorato e stagionato, fino alla completa maturazione” ha chiarito Cristian.

Viaggio a Sauris: il più piccolo e il più alto borgo del Friuli, famoso per il suo Prosciutto IGP

A rendere prezioso questo salume è senz’altro anche la leggera affumicatura frutto di una lunga esperienza. Come ha spiegato Cristian: “Si utilizza legno di faggio per ottenere una lieve affumicatura, capace di aromatizzare l’Ossocollo di Sauris con il tipico profumo e il sapore inconfondibile della tradizione locale”. Ottenuta dalle carni della coppa di maiale, questa specialità del Friuli Venezia Giulia segue un processo di produzione fedele all’artigianalità di un tempo. L’Ossocollo viene infatti “insaporito con sale marino, pepe e aromi prima di essere insaccato e affumicato”. Seguirà la stagionatura: “Un momento in cui entra in gioco il microclima di Sauris che si distingue per l’altitudine (1212 metri sul livello del mare) e l’aria frizzante, profumata dai boschi di faggio e di pino della zona”. 

Il risultato è un salume dal gusto delicato che presenta un naturale equilibrio tra parti magre e grasse. L’Ossocollo di Sauris è infatti ottimo come antipasto e per accompagnare piatti freddi. E se non c’è nulla di meglio di una buona degustazione a base di “pane, Ossocollo e Sauvignon Doc dei Colli orientali del Friuli”, come suggerisce Cristian, è vero anche che questo salume dalle lievi note aromatiche “si presta ad abbinamenti con ricotta fresca o formaggi teneri”. Una ricetta da provare è infine quella degli involtini con verza, Ossocollo di Sauris e ricotta messa a disposizione a questo link dallo stesso Prosciuttificio Wolf.

 



Stampa in PDF