Piadina Romagnola: è davvero il cibo più amato della Romagna?

Un concorso online la mette in gara con gli altri prodotti culto del territorio. Il gradimento è alto, ma vincerà la sfida?

Emilia-Romagna

Ha ricevuto oltre 4800 voti: il gradimento è alto, ma chissà se la Piadina Romagnola figurerà tra i prodotti culto più amati del territorio regionale. La sfida - lanciata dal sito I miti della Romagna - è davvero ardua e, per il momento, la media dei voti favorisce le tagliatelle. Ottime le postazioni anche di ciccioli e pasta e fagioli, mentre resta in coda il Sangiovese.

La bizzarra iniziativa ha lo scopo di comporre un inventario di prodotti e simboli della terra di Romagna, affinché possano essere raccontati e conosciuti. Chiunque può segnalare con un clic il suo mito, ed ecco perché a fianco del “reparto” enogastronomico spiccano anche le sezioni dedicate ai personaggi, i luoghi, il folklore e l’arte.

Stando ai numeri, forse la piadina non sarà il mito più amato di tutti, ma senz’altro è una fra le invenzioni più tipiche della Romagna. In questa terra la si trova ovunque, con farciture per ogni gusto e fantasia. Forse l’abbinamento più “mitico” è quello con il formaggio squacquerone, ma c’è sempre spazio per salumi, ortaggi o salse a piacere.

La ricetta della piadina è semplice, ma la composizione e lo spessore dell’impasto variano a seconda delle tradizioni provinciali. La più sottile è quella riminese, la più alta è quella del ravennate. Per prepararla servono farina, strutto e acqua, con varianti che richiedono l’aggiunta di bicarbonato, olio d’oliva o latte per mantenere la pasta soffice e friabile.

Ma chi è stato a inventarla? Pare che le origini della piadina siano povere e non troppo antiche. Si dice fosse un cibo da contadini, buono per riempire la pancia. Tuttavia c’è chi ne fa risalire il primo esemplare addirittura al 1200 avanti Cristo. Che sia giunta a noi attraverso i secoli (in un susseguirsi di varianti di pani azzimi) o che sia stata affinata dai contadini romagnoli, ormai poco importa: la piadina si è comunque ritagliata il suo posto di rilievo tra le celebrità di questa terra di buongustai.



Stampa in PDF