Pronti, sapori... si riparte dall'Emilia-Romagna!

Dal 21 gennaio al 10 febbraio, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, le proposte di Territori.Coop alla scoperta delle specialità di una terra ricca di eccellenze

Emilia-Romagna

Pronti, “Sapori, si parte!”. Il tour tra le specialità tipiche e tradizionali d’Italia riparte dall’Emilia-Romagna. Dal 21 gennaio al 10 febbraio, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, di Coop Sicilia e negli ipercoop di Quarto, Afragola e Avellino, l’iniziativa promozionale firmata Territori.Coop presenterà una selezione dei prodotti emiliano-romagnoli da non perdere.

L’esplorazione culinaria dedicata all’Emilia Romagna non può che partire dai fiori all’occhiello dell’enogastronomia di questa regione dalla cucina ricca e generosamente condita. Per cominciare non può mancare il Re dei formaggi, il Parmigiano Reggiano, oggi anche proposto nella sua versione più preziosa e nutriente, millesimato, proprio come un vino selezionato. Prodotto con il latte delle bovine che hanno partorito da non più di 100 giorni, questo Parmigiano Reggiano, ha un profumo e un aroma unico, oltre a un contenuto proteico e di calcio maggiore al classico Parmigiano Reggiano.

Il Re dei formaggi diventa poi ingrediente principe per tanti piatti della tradizione come ad esempio i famosi tortellini modenesi preparati con un impasto di farina e uova e un ripieno composto da Parmigiano Reggiano Dop stagionato più di 18 mesi, lombo di maiale, prosciutto crudo e mortadella. L’originalità della pasta artigianale dell’Emilia-Romagna si fa conoscere anche con i cappelletti, o “caplèt”, leggermente più grandi rispetto ai tortellini e con un ripieno che può comprendere - a seconda del territorio - carne di pollo, maiale, vitello e salame.

Ma se parliamo di eccellenze non possiamo dimenticare che in Emilia-Romagna, nell’area del Delta del Po, cresce un riso di grande qualità e apprezzato nel mondo. È il caso del riso Baldo Igp dal chicco grosso e compatto, che tiene bene la cottura. Questo riso è adatto a molte preparazioni, un vero e proprio jolly in dispensa. Anche il più classico dei risotti si riempie di gusto con un po’ di formaggio o accompagnato da una sfogliatina di Parmigiano Reggiano, un prodotto nuovo e perfetto da servire come aperitivo o per decorare i nostri piatti, dal primo al dolce, magari insieme a una goccia di Aceto balsamico tradizionale.

In questo tripudio di sapori della cucina emiliano-romagnola non possiamo certo dimenticare i profumatissimi salumi di questa regione italiana. Un esempio è il Salame Felino Igp, lavorato con sale, spezie e aromi naturali. C’è poi la mortadella, che nella versione “Favola Gran Riserva” del produttore Palmieri è più delicata e digeribile, grazie a un’attenta selezione degli ingredienti, e il prosciutto che non è solo tipico di Parma ma anche di altre province. Come per esempio quello Dop di Modena, dall’aroma dolce e intenso che contraddistingue il prodotto ben stagionato, con note di castagno e miele.

E dopo aver pensato ai salumi non possiamo che citare le fedelissime compagne: piadine e tigelle. Le prime preparate con farina di grano, strutto e olio di oliva, lievito, sale e acqua, una specialità unica che nel 2014, grazie all’impegno del Consorzio di promozione e tutela della piadina romagnola, ha ottenuto il marchio di indicazione geografica. Perfetto anche l’abbinamento con il famoso squacquerone romagnolo, un formaggio fresco dalla cremosità unica, leggero e delicato. Nelle osterie emiliane le tigelle (o crescentine) sono simbolo per eccellenza della tavola conviviale. Si accompagnano davvero con salumi, formaggi freschi, con la tipica “cunza” (un battuto di pancetta o lardo con aglio e rosmarino) oppure con marmellata o miele. E perché non provarle con la confettura extra di amarene brusche di Modena Igp? Una ricetta che è rimasta invariata per secoli, perfetta per la preparazione di dolci e crostate.


Sapori, si parte!” è l'iniziativa promozionale dedicata alle specialità tipiche e tradizionali delle regioni in cui la cooperativa è presente con i propri punti vendita. Protagonisti di questo autentico “tour” enogastronomico alla scoperta delle eccellenze alimentari del nostro Paese sono i produttori, grandi e piccoli, che con il loro impegno quotidiano tengono alta la bandiera del Made in Italy agroalimentare.

Di seguito trovate l'elenco dei produttori dell'Emilia-Romagna che ci hanno aiutato a realizzare la prima tappa di questo “scambio culturale” portando i loro prodotti in tutti gli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 - dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia - in quelli di Coop Sicilia e in Campania, negli ipermercati di Quarto, Afragola e Avellino dal 21 gennaio al 10 febbraio.

EMILIA-ROMAGNA
- Agricola Bertinelli
- Artigianpiada
- Cantina di Carpi e Sorbara
- Cantine Lombardini
- Caseificio Mambelli
- Caseificio Pascoli
- Caseificio Valsamoggia
- Consorzio Produttori Latte
- Cooperativa Modenese Essiccazione Frutta Monte Ré
- Corniano
- Dino Corsini
- Faled Distillerie
- Fattoria Ca' Dante
- Grandi Riso
- Gualerzi
- Il Mallo
- Buona Romagna
- La Lanterna
- La Zòca
- Labadini
- Natural Salumi
- Ortalli
- Pasta Fresca Rossi
- Progeo
- Prosciuttificio San Michele
- Randi
- Real Pasta
- Salumificio Del Vecchio
- Salumificio Giordano
- Salumificio Mec Palmieri
- Salumificio Zironi e C.
- San Patrignano
- Tattini
- Villani



Stampa in PDF