“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

Pronti, sapori... si riparte dall'Emilia-Romagna!

Dal 21 gennaio al 10 febbraio, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, le proposte di Territori.Coop alla scoperta delle specialità di una terra ricca di eccellenze

Emilia-Romagna

Pronti, “Sapori, si parte!”. Il tour tra le specialità tipiche e tradizionali d’Italia riparte dall’Emilia-Romagna. Dal 21 gennaio al 10 febbraio, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, di Coop Sicilia e negli ipercoop di Quarto, Afragola e Avellino, l’iniziativa promozionale firmata Territori.Coop presenterà una selezione dei prodotti emiliano-romagnoli da non perdere.

L’esplorazione culinaria dedicata all’Emilia Romagna non può che partire dai fiori all’occhiello dell’enogastronomia di questa regione dalla cucina ricca e generosamente condita. Per cominciare non può mancare il Re dei formaggi, il Parmigiano Reggiano, oggi anche proposto nella sua versione più preziosa e nutriente, millesimato, proprio come un vino selezionato. Prodotto con il latte delle bovine che hanno partorito da non più di 100 giorni, questo Parmigiano Reggiano, ha un profumo e un aroma unico, oltre a un contenuto proteico e di calcio maggiore al classico Parmigiano Reggiano.

Il Re dei formaggi diventa poi ingrediente principe per tanti piatti della tradizione come ad esempio i famosi tortellini modenesi preparati con un impasto di farina e uova e un ripieno composto da Parmigiano Reggiano Dop stagionato più di 18 mesi, lombo di maiale, prosciutto crudo e mortadella. L’originalità della pasta artigianale dell’Emilia-Romagna si fa conoscere anche con i cappelletti, o “caplèt”, leggermente più grandi rispetto ai tortellini e con un ripieno che può comprendere - a seconda del territorio - carne di pollo, maiale, vitello e salame.

Ma se parliamo di eccellenze non possiamo dimenticare che in Emilia-Romagna, nell’area del Delta del Po, cresce un riso di grande qualità e apprezzato nel mondo. È il caso del riso Baldo Igp dal chicco grosso e compatto, che tiene bene la cottura. Questo riso è adatto a molte preparazioni, un vero e proprio jolly in dispensa. Anche il più classico dei risotti si riempie di gusto con un po’ di formaggio o accompagnato da una sfogliatina di Parmigiano Reggiano, un prodotto nuovo e perfetto da servire come aperitivo o per decorare i nostri piatti, dal primo al dolce, magari insieme a una goccia di Aceto balsamico tradizionale.

In questo tripudio di sapori della cucina emiliano-romagnola non possiamo certo dimenticare i profumatissimi salumi di questa regione italiana. Un esempio è il Salame Felino Igp, lavorato con sale, spezie e aromi naturali. C’è poi la mortadella, che nella versione “Favola Gran Riserva” del produttore Palmieri è più delicata e digeribile, grazie a un’attenta selezione degli ingredienti, e il prosciutto che non è solo tipico di Parma ma anche di altre province. Come per esempio quello Dop di Modena, dall’aroma dolce e intenso che contraddistingue il prodotto ben stagionato, con note di castagno e miele.

E dopo aver pensato ai salumi non possiamo che citare le fedelissime compagne: piadine e tigelle. Le prime preparate con farina di grano, strutto e olio di oliva, lievito, sale e acqua, una specialità unica che nel 2014, grazie all’impegno del Consorzio di promozione e tutela della piadina romagnola, ha ottenuto il marchio di indicazione geografica. Perfetto anche l’abbinamento con il famoso squacquerone romagnolo, un formaggio fresco dalla cremosità unica, leggero e delicato. Nelle osterie emiliane le tigelle (o crescentine) sono simbolo per eccellenza della tavola conviviale. Si accompagnano davvero con salumi, formaggi freschi, con la tipica “cunza” (un battuto di pancetta o lardo con aglio e rosmarino) oppure con marmellata o miele. E perché non provarle con la confettura extra di amarene brusche di Modena Igp? Una ricetta che è rimasta invariata per secoli, perfetta per la preparazione di dolci e crostate.


Sapori, si parte!” è l'iniziativa promozionale dedicata alle specialità tipiche e tradizionali delle regioni in cui la cooperativa è presente con i propri punti vendita. Protagonisti di questo autentico “tour” enogastronomico alla scoperta delle eccellenze alimentari del nostro Paese sono i produttori, grandi e piccoli, che con il loro impegno quotidiano tengono alta la bandiera del Made in Italy agroalimentare.

Di seguito trovate l'elenco dei produttori dell'Emilia-Romagna che ci hanno aiutato a realizzare la prima tappa di questo “scambio culturale” portando i loro prodotti in tutti gli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 - dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia - in quelli di Coop Sicilia e in Campania, negli ipermercati di Quarto, Afragola e Avellino dal 21 gennaio al 10 febbraio.

EMILIA-ROMAGNA
- Agricola Bertinelli
- Artigianpiada
- Cantina di Carpi e Sorbara
- Cantine Lombardini
- Caseificio Mambelli
- Caseificio Pascoli
- Caseificio Valsamoggia
- Consorzio Produttori Latte
- Cooperativa Modenese Essiccazione Frutta Monte Ré
- Corniano
- Dino Corsini
- Faled Distillerie
- Fattoria Ca' Dante
- Grandi Riso
- Gualerzi
- Il Mallo
- Buona Romagna
- La Lanterna
- La Zòca
- Labadini
- Natural Salumi
- Ortalli
- Pasta Fresca Rossi
- Progeo
- Prosciuttificio San Michele
- Randi
- Real Pasta
- Salumificio Del Vecchio
- Salumificio Giordano
- Salumificio Mec Palmieri
- Salumificio Zironi e C.
- San Patrignano
- Tattini
- Villani



Stampa in PDF