“OPERA TUA”: VOTA L’OPERA D’ARTE DA RESTAURARE

Sei un socio di Coop Alleanza 3.0? Fino al 10 novembre per ogni tappa di “Sapori, si parte!” scegli un capolavoro artistico da recuperare
grazie al contributo della cooperativa: subito per te uno sconto per l'acquisto di prodotti del territorio!

“Sapori si parte!” esplora le specialità del Lazio

Dal 4 al 24 marzo, in tutti gli ipermercati di Coop Alleanza 3.0, le proposte di Territori.Coop alla scoperta dei prodotti tipici di una regione che a tavola ama l’abbondanza

Lazio

Il tour 2017 di “Sapori si parte” continua con nuove proposte per il palato. Dal 4 al 24 marzo, in tutti gli ipermercati Coop Alleanza 3.0, di Coop Sicilia e negli ipercoop di Quarto, Afragola e Avellino, l’iniziativa promozionale firmata Territori.Coop presenterà una selezione di prodotti tipici del Lazio. Un’occasione per portare a tavola i sapori della trazione laziale anche se Roma è lontana, magari pregustando l’esperienza delle abbondanti apparecchiate di questa terra.

Per cominciare in Lazio non si rinuncia mai a una buona pasta all’uovo: fettuccine e tagliatelle servite con un ricco sugo a base di carne e funghi o i tonnarelli, spaghetti alla chitarra di pasta all’uovo, tradizionalmente serviti con cacio e pepe. Ci sono anche le fregnacce di semola da servire con sugo, pesto o una gustosa crema al broccoletto. Proprio con il broccoletto di Anguillara Sabazia (RM), prodotto d’eccellenza laziale, si produce una crema amata dai palati più robusti che all’ortaggio unisce olio extravergine di oliva, sale, peperoncino e aglio. Un gusto forte perfetto per il condimento dei primi piatti, per preparare originali antipasti o guarnire la pizza. E visto che parliamo di creme, in Lazio la fantasia culinaria ha unito olive e mandorle in una ricca crema, un’ottima soluzione per aggiungere un tocco di sapore a primi e secondi piatti, bruschette e toast.

Se poi avete una passione per la pasta all’amatriciana non dimenticate che l’ingrediente fondamentale per renderla unica è un buon guanciale, ingrediente irrinunciabile del famoso primo piatto laziale. La carne del maiale è salata, ben condita con spezie e poi stagionata per tre mesi. Con il guanciale amatriciano e il pecorino romano Dop la pasta sarà perfetta.

Si prosegue poi con un carosello di salumi, protagonisti dall’antipasto al secondo. Cominciamo mettendo subito in chiaro una cosa. Se vi trovate in Lazio e vi propongono una spianata romana, non pensate a un prodotto da forno come quello sardo o romagnolo. Da queste parti la spianata è un salame di carne di suino magra arricchito con pezzi di lardo insaporiti con sale e pepe. Prende questo nome per la sua forma leggermente schiacciata. Può essere utilizzata per arricchire la pasta, per preparare torte salate, panini e stuzzichini da accompagnare a un aperitivo o semplicemente gustata a fette.

Il salame è certamente una specialità molto amata in Lazio. La Cicolana, ad esempio, prende il nome da una zona montuosa della provincia di Rieti. È un salame curvo legato a mano, prodotto con carni selezionate di suino e asciugato lentamente all’aria nel “Parco nazionale dei Monti della Laga”. C’è poi la Corallina, prodotto con carni suine magre macinate finemente. I dadini di lardello ne addolciscono e esaltano il sapore. Quando si parla di salumi non può poi mancare la lonza amatriciana così come viene chiamato il capocollo stagionato. Condito con spezie e aromi naturali, il gusto della lonza è armonico e rotondo, assolutamente da non perdere. Un’altra piacevole scoperta è il prosciutto di Bassiano, un paese dell’Appennino latinense. Dal gusto deciso e robusto tipicamente laziale, questo prosciutto si distingue perché durante il periodo di stagionatura viene utilizzata una concia composta da sale, pepe, peperoncino e una spolverata d’aglio. E poi non si può dimenticare la porchetta di Ariccia, regina incontrastata dello street food romano. Dalla crosta croccante e dalla carne sapida sapientemente arricchita da rosmarino, pepe nero e aglio, questa specialità laziale ha una tradizione millenaria. Non c’è da stupirsi, dunque, se nel 2009 questo piatto popolare sia riuscito a conquistare il riconoscimento di Indicazione geografica protetta (Igp), e nel giugno 2011 a ottenere il riconoscimento europeo.

Per accompagnare queste tutte queste specialità non può mancare poi un buon nettare di Bacco. E allora non c’è che l’imbarazzo della scelta. A partire da un classico Castelli romani doc, una delle più importanti Doc della regione Lazio passando poi a un Cesanese del Piglio Docg, noto col nome di Capitulum. Questo vino dalla tradizione millenaria è un vino rosso e corposo dal colore rosso rubino e dal profumo intenso con note floreali e di frutto di bosco, perfetto per accompagnare salumi, formaggi stagionali e i secondi di carne. Per passare a un Circeo Dop altrettanto profumato, secco e vellutato o a vini bianchi come il Colli Albani doc o l’Est! Est!! Est!!! Doc, prodotto in provincia di Viterbo dal colore giallo paglierino brillante e dal sapore corposo, armonico, asciutto o abboccato.

Il menù laziale non può che concludersi con le note dolci. E allora a tavola si serve il goloso Panpepato, un dolce speziato che unisce cioccolato, frutta secca come mandorle, nocciole, noci e pinoli, spezie (compreso il pepe), miele e canditi. C’è poi la crostata di visciole preparata con la marmellata di queste deliziose ciliege acide. Ora non resta che mettersi a tavola!


“Sapori, si parte!” è l'iniziativa promozionale dedicata alle specialità tipiche e tradizionali delle regioni in cui la cooperativa è presente con i propri punti vendita. Protagonisti di questo autentico “tour” enogastronomico alla scoperta delle eccellenze alimentari del nostro Paese sono i produttori, grandi e piccoli, che con il loro impegno quotidiano tengono alta la bandiera del Made in Italy agroalimentare.

Di seguito trovate l'elenco dei produttori del Lazio che ci hanno aiutato a realizzare la terza tappa di questo “scambio culturale” portando i loro prodotti in tutti gli Ipermercati di Coop Alleanza 3.0 - dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia - in quelli di Coop Sicilia e in Campania, negli ipermercati di Quarto, Afragola e Avellino dal 4 al 24 marzo.

- Addolcitevi
- Alta Tuscia Formaggi
- Fattoria Latte Sano
- Associazione Capodarco
- Azienda vinicola Federici
- Biscotti Gentilini
- Cantina di Montefiascone
- Castelli Salumi
- Cioli Egidio
- Cooperativa agricola Cincinnato
- Cooperativa olivicola di Canino
- Fontana di Papa
- Fontana Morella
- Forno Lodi
- Frantoio Battaglini
- Fratelli Petrucci
- Gastronomia Neroni
- Gli orti di Anguillara
- I Buonatavola Sini
- Ialongo Francesco
- La Porchetta
- La Quercia
- La Rocca
- Paolucci Liquori
- Pasta all'uovo Papi
- Pasta Paolini
- Sa.No.
- Sardine Pollastrini
- Specialità del Forno Dolciaria
- Terre Sabine
- Villa Gianna



Stampa in PDF