Una squadra affiatata e giovane

Il segreto di un’azienda sono le persone che la compongono e gli investimenti in formazione

Lombardia

Le Latterie Virgilio lavorano sul territorio mantovano da oltre quarant’anni, grazie alle sue grandi ambizioni e a uno staff di persone motivate. Il Consorzio – una volta chiamato Consorzio Latterie Sociali Mantovane - è stato fondato nel 1966 da 27 soci intenzionati a trovare soluzioni comuni e ad aiutarsi a vicenda. “Da allora abbiamo fatto molta strada: oggi contiamo su 82 caseifici associati e più di 2.000 soci allevatori”, racconta Davide Grisanti, responsabile di produzione. I nostri caseifici trasformano il latte delle loro aziende agricole prevalentemente in Grana Padano; Parmigiano Reggiano, ma anche Provolone ed Asiago. Con le creme di latte derivanti da queste trasformazioni lattiere casearie, Virgilio produce il proprio burro.

Il successo è arrivato proprio grazie a persone come Davide (34 anni), che lavora in produzione dal 2001, Vanni (48 anni), diventato caporeparto mascarpone e presente da 31 anni in azienda.

Antonella, reparto confezionamento e prima donna in azienda, racconta che “lavorare in Virgilio è come far parte di una piccola famiglia che, nel tempo, cresce ma non perde i valori di riferimento. Lavoro qui da ben 32 anni e ho imparato molto e tanto ho insegnato”. L’azienda è strutturata in modo che i dipendenti più esperti affianchino i giovani e li rendano autonomi in breve tempo, ma senza impedir loro di crescere e acquisire ruoli di responsabilità.

Investire nei giovani è una scelta rara nel mercato italiano, ma anche una leva strategica che ha garantito a questo consorzio di diventare forte e affrontare le crisi di un mercato sempre più aggressivo. Tra i reparti produttivi di Virgilio si respira aria di cambiamento e novità, ma soprattutto di rispetto per la base sociale del Consorzio: come spiega Davide Grisanti, “i soci si svegliano ogni mattina alle tre per poter conferire la panna necessaria alla produzione di tutte le nostre referenze”.



Stampa in PDF