In Veneto comincia la stagione dei delicati bruscandoli

Le erbe spontanee dalle grandi qualità nutrizionali si raccolgono tra marzo e maggio e diventano protagoniste dei piatti della tradizione veneta 

Veneto

Per i bambini veneti i fiori dei bruscandoli sono sempre stati un’occasione di gioco, per gli adulti un appuntamento primaverile con la tradizione da portare anche a tavola. In Veneto tra marzo e maggio i bruscandoli, o germogli di luppolo selvatico, crescono lungo i fossi e dove c’è fresco e più umidità.

In molti li confondono con gli asparagi selvatici con i quali, però, non hanno nulla in comune. Lunghi circa 20 cm le parti utilizzate in cucina sono le cime, le foglie e anche il gambo quando è tenero. È bene consumarli freschi appena colti, ma si possono anche conservare per alcune ore sistemandoli in un bicchiere con dell’acqua o più a lungo in frigorifero avvolti in un canovaccio inumidito che possa mantenerli freschi più a lungo. Prima del consumo devono essere lavati con cura sotto l’acqua, magari utilizzando anche del bicarbonato.

Sono molto apprezzati per il loro gusto delicato e leggermente amarognolo, oltre che per le loro proprietà nutrizionali. Si utilizzano per preparare frittate, specie i gambi più morbidi, minestre o piatti della tradizione veneta come i tortelli trevisani, gnocchi e risotti (perfetto il riso Vialone nano). Ma si possono anche gustare semplicemente lessati – bastano cinque minuti o poco più in acqua bollente – e conditi con olio, sale, limone o peperoncino. 

Considerate erbe spontanee dalle virtù salutari, i bruscandoli sono utilizzati anche per le loro proprietà depurative, diuretiche e tonificanti grazie all’apporto di vitamina A e sali minerali. Sono anche considerati stimolanti delle funzioni epatiche e sedativi. Dalla loro anche il pregio di essere perfetti alleati delle diete ipocaloriche. Basti pensare che 100 grammi di bruscandoli contengono solo 10 kcal.

In Veneto i bruscandoli sono talmente amati che, nel mese di aprile a Quinto Vicentino, si celebra la Sagra del bruscandolo che propone in numerose specialità.



Stampa in PDF