Fritto Misto 2015, quando il cibo di strada diventa gourmet

Dal 24 aprile al 3 maggio ad Ascoli Piceno va in scena il festival della frittura italiana tra show cooking e degustazioni inaspettate

Marche

Nelle Marche in primavera “è tutto un friggi friggi”. Ne sanno qualcosa ad Ascoli Piceno che - dal 24 aprile al 3 maggio - ospita l’undicesima edizione di Fritto Misto, la manifestazione internazionale dedicata alla frittura italiana. A finire sotto i riflettori saranno così le migliori creazioni realizzate nella grande cucina del Palafritto, ormai simbolo indiscusso dell’evento e luogo culto di centinaia di appassionati. Fritto Misto è inoltre uno tra gli eventi scelti dalla Regione Marche per rappresentare il suo territorio a Expo Milano 2015.

Tra le novità di quest’anno figura la “patatina fritta all'italiana” che per la prima volta farà il suo ingresso nella manifestazione. Al suo fianco anche lo Street food che - grazie all'abilità di grandi chef - diventerà gourmet, lasciando spazio ad abbinamenti studiati e degustazioni raffinate. Previsti inoltre i “classici” menu dieci e lode e cene a tema preparate da maestri della cucina. Non mancheranno infine cooking show, e un’area riservata all'abbinamento tra frittura e vini, grazie al sodalizio con il Consorzio di tutela dei vini Piceni e l’Istituto marchigiano di tutela.

Ci sarà spazio anche per le eccellenze della dieta mediterranea con allestimenti realizzati in collaborazione con la Camera di Commercio di Ascoli Piceno; mentre una certa attenzione sarà dedicata alle farine in collaborazione con l’azienda Le Farine Magiche, Gruppo Lo Conte. Così, nell’anno di Expo, Fritto Misto si presenta al pubblico con uno slancio rinnovato, salutando l’apertura dell’appuntamento milanese con uno sfizioso assaggio dell’Italia che frigge.



Stampa in PDF