A Piacenza un week end dedicato ai frutti antichi

Sabato 9 e domenica 10 maggio il Castello di Paderna ospita la rassegna dedicata alle varietà biodiverse da riscoprire e valorizzare

Emilia-Romagna

Biodiversità e rispetto per la terra, ma anche salvaguardia dei frutti e delle piante dalla storia antica. Sabato 9 e domenica 10 maggio il Castello di Paderna (Pontenure - Piacenza) ospita Frutti antichi”, la rassegna dedicata alle varietà biodiverse da riscoprire e valorizzare. L’esordio primaverile della manifestazione, che vedrà protagoniste rare primizie dell’orto e del frutteto, andrà in scena proprio nell’anno in cui l’edizione autunnale di “Frutti antichi” festeggia vent’anni.

L’iniziativa - nata con l’intento di diffondere la conoscenza della biodiversità, la salvaguardia di antiche varietà e il rispetto per l’ambiente - ha saputo crescere nel tempo registrando nell’ottobre 2014 la presenza di 180 espositori e oltre 14 mila visitatori provenienti da tutta Italia. Grazie alla sinergia con il Consorzio dell’Asparago Piacentino, la manifestazione ospita quest’anno anche il Festival Internazionale dell’Asparago che porterà a Pontenure le eccellenze italiane e i migliori produttori provenienti da Germania e Francia.

In programma figurano inoltre momenti di riflessione, approfondimento e svago. A fare da filo conduttore sarà il tema dell’albero, indagato nelle sue proprietà e nella capacità di definire il paesaggio. I visitatori potranno così apprendere le corrette tecniche di potatura e partecipare a incontri e dimostrazioni legate alla cura del verde. Architetti paesaggisti realizzeranno nell’occasione progetti di orti e giardini tradizionali o innovativi; mentre i bambini potranno divertirsi con laboratori e giochi a tema.



Stampa in PDF