Tra sentieri e fiere in Friuli Venezia Giulia si festeggia la castagna

La regina della tavola autunnale è protagonista di eventi e specialità locali. Una mappa degli appuntamenti da non perdere

Friuli Venezia Giulia

Nel mese di ottobre, in Friuli Venezia Giulia, si celebra la castagna. Frutto amato e tradizionale, protagonista della storia del territorio perché per secoli ha garantito la sopravvivenza delle popolazioni nelle aree pedemontane. Nella regione i castagni sono molto diffusi, da Tarcento a Prepotto, in particolare nelle Valli del Natisone in provincia di Udine dove si raccoglie la castagna ‘Canalutta’, nelle Valli dell'Arzino e del Cosa e da Budoia a Caneva non lontano da Pordenone dove si trova il marrone di ‘Vito d’Asio’. Qui, nella stagione della raccolta, le feste dedicate alla castagna sono tante e presentano le specialità del territorio che utilizzano il frutto autunnale come gustoso ingrediente. Dal miele ai dolci, dalla farina ai liquori fino alla birra e a numerosi piatti tipici, la castagna è regina della buona tavola. Ecco qualche appuntamento da non perdere.

Per due weekend, il 3-4 e il 10-11 ottobre, a Montenars (UD), entra in scena la 31esima Festa delle castagne. Durante la manifestazione si organizzano camminate guidate lungo i sentieri del territorio, un’ottima occasione per raccogliere il frutto di ottima qualità che cresce nei boschi di Montenars. La festa propone l’assaggio di vari prodotti enogastronomici: si possono gustare specialità tipiche come gnocchi di castagne con ricotta, frico di castagne e polenta, torta e strudel di castagne.

La festa è ancor più lunga a Mezzomonte (PN), dove i weekend di festa con la Sagra della castagna sono addirittura quattro: il 3-4, 10-11, 17-18 e il 24-25 ottobre. Nel cuore del paese trovano spazio mercatini dell’artigianato e vari stand dove è possibile degustare quintali di caldarroste, birra alla castagna, vin brulè, miele, dolci casalinghi a base di castagna e non, pasta e fagioli, polenta e salsicce, vino vecchio, novello e tanto altro.

Il 18 ottobre l’appuntamento è invece a Tribil Superiore nel comune di Stregna (UD) con il “Burnjak”. Il termine burnjak deriva da burja, che nella locale lingua di matrice slovena significa castagna. Nelle vie del borgo prendono vita antichi mestieri, mercatini dei prodotti agricoli e artigianali locali, esposizioni degli artisti della zona e, ovviamente, le degustazioni delle immancabili e profumate castagne.

Sempre domenica 18 ottobre, a Stevenà di Caneva (PN), il sapore d’autunno è servito a tavola con la Castagnata in Pian de Sàlere.

Non finisce qui. Perché il 18 ottobre arriva anche la quinta edizione del mercato d’autunno “Forme e colori” di Barcis (PN). L’evento propone la vendita di tutti i prodotti biologici del territorio tra cui le nutrienti castagne.

La 15esima edizione di “Sapori di castagne” si terrà, a Magnano in Riviera (UD), il 17-18 e il 24 e 25 ottobre. Il programma dell’iniziativa prevede anche “La Marcia internazionale delle castagne”, tradizionale camminata organizzata dalla “Maratona Magnano” che raduna oltre 3mila persone tra i sentieri dei boschi, in mezzo alla natura, per godere di uno spettacolo unico e suggestivo.

A Pofabbro (PN) il 25 ottobre si uniscono i sapori della tradizione della Valcolvera all’arte, dalla pittura all’artigianato con la decima edizione di “Zucche, mele e castagne”.

Nell’incantevole borgo di Valle di Soffumbergo (UD) ritorna la Festa delle castagne e del miele di castagno. Per tre fine settimana, il 3-4, 10-11 e 17-18 ottobre, spazio alle degustazioni e alla raccolta guidata e gratuita del frutto nei boschi della valle. Durante la manifestazione sarà inoltre possibile prendere parte all’escursione guidata “Tra storia e leggenda” alle grotte locali Foran di Landri e Foran des Agànis, siti preistorici della regione.

Ancora qualche dubbio? Scarpe comode e si parte!



Stampa in PDF