Avena, il cereale del buonumore

Gustosa e rigenerante, è ottima per mantenere alto il morale grazie a un alcaloide che aiuta la produzione di serotonina e melatonina

L’avena è il cereale del buonumore. Può suonare inaspettato, ma oltre a migliorare la funzionalità cardiocircolatoria e dell’intestino, i suoi benefici si estendono fino all’attività del sistema nervoso. Il merito è dell’avenina, un alcaloide che favorisce la produzione di ormoni (serotonina e melatonina) che aiutano a mantenere alto il livello di energia mentale, e che favoriscono la distensione dei muscoli e il buon sonno.

L’avena aiuta quindi il buonumore grazie all’effetto tonificante, energetico e riequilibrante del sistema nervoso. È indicata soprattutto per gli studenti, gli sportivi, le neo mamme e per chiunque soffra di stress, nervosismo, insonnia, o semplici cali di attenzione. Ne sanno qualcosa nel Regno Unito dove, fin dal mattino, l’avena è presente sulle tavole in fiocchi o cucinata negli immancabili porridge. Ma che sia in fiocchi o grani, questo ingrediente offre la sua sferzata di energia anche cucinato come zuppa, contorno o insalata (ad esempio in sostituzione al riso).

A differenza di altri cereali, l’avena mantiene - anche se lavorata - crusca e germe: le parti del chicco in cui si trovano la gran parte dei nutrienti e le sostanze cardioprotettive.

Tra i suoi componenti si trovano infatti anche i betaglucani, un tipo di fibra solubile capace di “intrappolare” il colesterolo di provenienza alimentare aiutandone l’eliminazione attraverso l’intestino.

I chicchi contengono un 60-70% di amido e altri glucidi (carboidrati); un 14% di proteine e un 7% di lipidi (grassi), all’interno dei quali si trova una significativa percentuale di lecitina.

L’avena contribuisce infine al buonumore dell’intestino: ha infatti proprietà diuretiche e lassative che la rendono salutare in qualsiasi momento della giornata. Grazie alla sua digeribilità, è indicata anche per convalescenti o per chi soffre di gastrite e colite. A colazione o merenda, pranzo oppure cena, questo cereale si rivela dunque una scelta versatile e salutare per il benessere e il riequilibrio sia del corpo che dello spirito.



Stampa in PDF