Fragole, ravanelli e fave rendono gustosa la spesa di maggio

Piccola panoramica su tre specialità di stagione mentre i banchi dell’ortofrutta diventano sempre più colorati e freschi

Guida all'acquisto

La primavera è entrata nel vivo portando con sé nuovi gusti e colori. In attesa di aprire la stagione dei pic-nic e delle tavolate all’aperto, ecco tre specialità che non possono mancare nella spesa di maggio.

Maggio è il mese delle fragole. Con il loro gusto accattivante questi frutti dalle tante proprietà non possono mancare negli spuntini di stagione. Ma è importante comprarne poche alla volta, poiché si conservano in frigorifero solo pochi giorni. Le fragole sono amiche dell’intestino e ricche di vitamina C. Grazie alla presenza di polifenoli, proteggono il sistema cardiovascolare. Secondo un recente studio, tre porzioni a settimana di fragole (circa 150 grammi) ridurrebbero il rischio d’infarto per le donne. Sono inoltre depurative, alleate di bellezza e, con 27 kcal per 100 g, sono anche uno sfizio ideale per restare in linea.

Se si è in cerca di proprietà depurative e remineralizzanti, l’ideale è dedicarsi ai ravanelli. Ottimi in pinzimonio e in insalata, i ravanelli hanno pochissime calorie (11 kcal per 100 g) e sono ricchi di vitamina C, potassio e calcio, ma soprattutto di antocianine, i pigmenti antiossidanti che li rendono vermigli. Il ravanello è povero di sodio e ha proprietà diuretiche e depurative: stimola l’attività del fegato e della cistifellea ed è un ottimo antiossidante naturale. Per conservare le proprietà nutrizionali dei ravanelli è importante consumarli crudi, e ricordate di non gettare via le foglie: potrete utilizzarle per preparare zuppe, pesto o frittate.

Tutto il mese di maggio è ideale per gustare le fave fresche. Questi legumi di primavera sono ideali nella dieta di stagione anche per il loro contenuto di ferro. Contengono circa il 5% di proteine che, sebbene per quantità risultino inferiori a quelle dei fagioli, in termini di qualità sono da considerarsi superiori. Le fave sono ricche di sali minerali e di vitamine, specialmente di vitamina C, ma per giovarsi delle loro virtù è importante gustarle crude. Nel Lazio le fave di stagione sono fra gli ingredienti chiave dei pic-nic del primo maggio, il cosiddetto “maggetto” romano, mentre in Abruzzo si festeggiano con la Protezione di San Nicola.



Stampa in PDF