Il buon giorno si vede dalla colazione

Due o tre cose che è meglio sapere per dedicarsi al primo pasto della giornata in modo ottimale.
LE VERITA' CONTRO I LUOGHI COMUNI
Due o tre cose che è meglio sapere per dedicarsi al primo pasto della giornata in modo ottimale.

Si dice che saltarla mantenga “leggeri”, si dice che ne esista una ideale e che gli orari non contino. Sulla colazione si dicono molte cose, ma quanto siamo davvero informati sull’importanza del primo pasto della giornata? Gettando uno sguardo alle ricerche, sembra che molti luoghi comuni stiano ultimamente cedendo il posto a rivelazioni ben più interessanti.

Da uno studio pubblicato sulla rivista Obesity, pare che saltare la colazione, anziché aiutare a perdere chili di troppo, favorisca addirittura il rischio di sovrappeso. La ricerca mostra inoltre che una colazione ben nutrita è alleata di una forma più snella, ma anche di energia e buonumore. Un ulteriore studio, pubblicato su Circulation, conferma invece che saltare la colazione può essere più rischioso di quanto non sembri, tanto che gli uomini con l’abitudine di non farla presenterebbero un rischio d’infarto e di malattie coronariche aumentato del 21 per cento.

E se sul pericolo di obesità nel lungo periodo (specialmente nei bambini), ancora gli scienziati stanno discutendo, i problemi della mancata colazione sono effettivi e “si manifestano sicuramente a breve e medio termine”. Lo sostiene in un’intervista il professore Andrea Vania, responsabile del Centro di Dietologia e Nutrizione pediatrica dell’Università La Sapienza di Roma e past-president dell’European Childhood Obesity Group. “Il nostro sistema nervoso - ha spiegato - funziona con il glucosio, quindi la sua resa quando manca la prima colazione, in termini di abilità operative, diminuisce, anche se non ce ne rendiamo conto”. E più nello specifico riferito ai bimbi: “spesso nel singolo bambino questo non è evidente e sono molti i genitori che pensano che il proprio figlio non abbia ripercussioni scolastiche, perché continua a prendere dieci e lode. Ma, chissà, magari loro figlio è un genio, che potrebbe prendere venti e lode se solo facesse colazione!”. Il primo passo è dunque dedicare tempo e spazio alla colazione, ma anche adeguate sostanze nutritive, a quanto pare. E per confezionarne una gustosa ed equilibrata a questo link si trovano cinque ricette che rispettano i valori nutrizionali medi previsti dall’Inran per la sana alimentazione italiana.  


Stampa in PDF