La spesa di Maggio

Ecco la frutta e verdura da portare in tavola per vivere il ritmo della primavera
Nel cestino della spesa non possono mancare...


A maggio le verdure tornano protagoniste di tavole e sagre, ma anche di colorati spuntini. Nel pieno della primavera cresce la voglia di ricette fresche e leggere che sappiano riattivare le energie portando con sé una ventata di benessere. Durante tutto il mese si può dunque approfittare per dedicarsi a cibi sani e a un’alimentazione equilibrata.

E se frutta e verdure non mancano, un posto di rilievo è occupato anche dai legumi. Tra questi, una menzione speciale la meritano i piselli, che racchiudono il più alto concentrato di proteine vegetali. A maggio i piselli si possono magiare freschi facendo il pieno di vitamina B1, vitamina A, fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro. La primavera è anche tempo di fave, poco caloriche e ricche di proteine, vitamina B e fibre. Quest’ultima caratteristica le rende utili nella regolazione delle funzioni intestinali aiutando la depurazione dell’organismo.

Nel cestino della spesa non possono mancare anche asparagi, bietole, cicorie, fagiolini, finocchi, lattuga, patate novelle, sedano e spinaci. Tra le erbe del mese spicca la borragine con le sue proprietà antifebbrili, pochissimi grassi e un ricco carico di flavonoidi. E per chi ama le piante rustiche ecco fare capolino sui banchi dell’ortofrutta anche la barba di frate. Si tratta di un ortaggio che ricorda l’erba cipollina, con foglie sottili e filiformi che formano un cespo verde intenso. È un’ottima fonte di vitamina C e contiene anche vitamina A, calcio, fosforo e pochissime calorie (17 per 100 g). In cucina è gustosa e versatile, basta cuocerla brevemente a vapore e condirla con olio di oliva per un contorno leggero e mineralizzante.

Passando alla frutta, in maggio ci si può dedicare alle fragole e non si può rinunciare nemmeno alle ciliegie che iniziano a fare la loro comparsa a fine mese. Questo frutto contiene una discreta dose di vitamina A e C e ha proprietà diuretiche e depurative. Restano protagonisti anche i kiwi, vere e proprie miniere di vitamina C. Per gustarli al meglio è consigliabile acquistarli acerbi e lasciarli maturare lentamente a temperatura ambiente.  


Stampa in PDF