Le magiche virtù della salvia

Già nell’antichità si credeva guarisse ogni male, oggi è protagonista in cucina e aggiunge un tocco di benessere a innumerevoli piatti

Proprietà degli alimenti

Pianta dall’aroma magico, la salvia era già nota ai tempi degli Egizi per le sue proprietà benefiche e misteriose. Pare che gli antichi Romani ne facessero uso durante i rituali sacri, mentre i Galli la consideravano capace di vincere ogni malattia. Questa piantina che oggi profuma gli orti del Mediterraneo ha conservato così uno stretto legame con la guarigione e il benessere, tanto che il suo stesso nome deriva dal latino “salus” che significa salute, salvezza. E guardando più da vicino le virtù di questa pianta aromatica, sembra che gli antichi non si sbagliassero.

La salvia ha infatti innumerevoli proprietà: è antinfiammatoria, diuretica, digestiva, è in grado di alleviare i disturbi legati ai cicli femminili, ma è anche nota per suo potenziale espettorante. È tuttavia una pianta potente, controindicata in gravidanza e da usare seguendo le indicazioni di medico o erborista. Andando con ordine: i preparati a base di salvia sono ottimi per combattere tutte le forme di catarro grazie alla presenza dell’olio essenziale dalle proprietà antisettiche e balsamiche. Oltre a contenere vitamina A, questa piantina officinale è uno dei vegetali più ricchi di calcio (600 mg per 100 grammi) utile per il benessere delle ossa.

La salvia è inoltre la regina dei rimedi al femminile, ma deve essere evitata in gravidanza e usata con cautela. Gli effetti di questa pianta sul benessere delle donne sono dovuti all’azione di alcuni flavonoidi tra cui luteolina, salvigenina, genkwanina, cirsimaritina e ispidulina che aiutano a riequilibrare il sistema ormonale. La salvia viene di norma impiegata come rimedio per contrastare la sindrome premestruale e i disturbi della menopausa, in particolare le vampate di calore. Favorisce inoltre il flusso mestruale in caso di amenorrea poiché il suo olio essenziale (che contiene tujone, cineolo, borneolo, linalolo, beta-terpineolo e beta-cariofillene) è in grado di svolgere un’azione estrogenica.

Erbe per alleviare i dolori mestruali

La salvia è anche un prezioso alleato in caso di ritenzione idrica; profuma l’alito, ha potere sbiancante sui denti ed utile per i problemi all’apparato gastro intestinale. Questa pianta può infatti agire come rilassante della muscolatura liscia attraverso un’azione antispasmodica.  Il contenuto di acido carnosico e i triterpeni (amirina, betulina, acido crategolico ed acido 3-idrossi-ursolico) conferiscono infine alla salvia proprietà antinfiammatorie e diuretiche offrendo una buona risposta contro ritenzione idrica, edemi, reumatismi e mal di testa. Le foglie della salvia si conservano al buio e si possono utilizzate in cucina sia fresche che essiccate per insaporire primi piatti e secondi di carne o pesce, ma anche focacce e insalate.   



Stampa in PDF