Biscotti di Nocciole di Giffoni IGP

Riconosciuta a livello europeo, questa nocciola è un prodotto versatile e molto apprezzato in cucina. La ricetta dei blogger di “Acqua e Menta”

Dai blogger di “Acqua e Menta”

La nocciola è il frutto del nocciòlo ed è un frutto molto antico: alberi di nocciòlo esistevano già prima che i continenti si separassero, circa 60 milioni di anni fa.

Secondo produttore al mondo dopo la Turchia, l’Italia ha diversi territori a vocazione corilicola e produzioni di alto livello, tre delle quali vantano marchi europei di qualità: IGP per la Nocciola Tonda di Giffoni e la Tonda gentile del Piemonte, DOP per quella Romana. Di qualità sono anche la Nocciola dei Nebrodi, la Mortarella e la Tonda tardiva.

Il valore nutrizionale della nocciola è dovuto alla presenza di grassi “buoni” OMEGA-6 e -3, che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e favoriscono l’abbassamento di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Le nocciole sono ricche di vitamina E, ottimo antiossidante, selenio ed altre sostanze naturalmente antiinfiammatorie. L’olio di nocciole, da usare a crudo, oltre agli acidi grassi contiene calcio, vitamine B6, B1, B2 e PP.

L’alto contenuto in grassi le porta a irrancidire facilmente e a prendere cattivi odori dall’ambiente. L’ossidazione dei grassi è favorita da luce, calore, umidità e metalli; la conservazione migliore si ottiene quindi in ambienti bui, freschi, asciutti e in recipienti di plastica o vetro. La frutta secca in generale dura più a lungo se conservata col guscio.

La Nocciola di Giffoni I.G.P. è coltivata in un comprensorio di 12 comuni della provincia di Salerno e tutelata dall’omonimo Consorzio di Tutela.

Le caratteristiche distintive della Nocciola di Giffoni IGP sono le seguenti: forma rotondeggiante sia del frutto che del seme; polpa bianca, consistente, croccante e dal sapore fortemente aromatico e particolarmente gradevole; grado medio di “pelabilità” non inferiore all’85%; pezzatura media e omogenea del frutto, che lo rende particolarmente idoneo alla tostatura e alla pelatura.

Il sapore, la dolcezza e l’aroma sono le caratteristiche che la rendono unica, preziosa e nobile. La Nocciola di Giffoni è particolarmente apprezzata dall’industria dolciaria, ma la sua fragranza la rende perfetta anche per l’assaggio in purezza.

BISCOTTI DI NOCCIOLA DI GIFFONI IGP

Ingredienti (per circa 50 biscotti)

  • - 300 g di farina di riso, meglio se integrale
  • - 3 cucchiai di farina di nocciole
  • - 200 g di olio di riso o di girasole
  • - 200 g di zucchero
  • - 1 uovo + 1 tuorlo
  • - 50 nocciole

 

Procedimento
Emulsionate uova e olio come se steste facendo una maionese; noi abbiamo utilizzato il mixer a immersione. Montate l'emulsione di uova e olio con lo zucchero. Aggiungete le farine e lo zucchero e mescolate bene, fino a ottenere un composto omogeneo. Riponete al fresco per circa un'ora.

Riprendete il composto e formate delle palline da circa 15 grammi l'una. Mettetevi al centro una nocciola, appiattite leggermente il biscotto e appoggiatelo in una teglia foderata di carta da forno.

Cuocete a 180°C per circa 20-25 minuti. Appena sfornati sono molto delicati, lasciateli raffreddare prima di spostarli dalla teglia.

Acqua&Menta"Acqua&Menta" è uno spazio dedicato al lifestyle, dove si parla di cucina, viaggi, libri, eventi, secondo uno stile appassionato, personale e caratteristico. "Acqua&Menta" è un blog a due voci. Lei è la "Pensacuoca", architetto nomade di professione: creativa nel DNA, ama progettare, che si tratti di una piazza, un parco o una ricetta nuova. Lui è architetto fotografo dilettante, appassionato di animali e tutto ciò che vola.



Stampa in PDF