Filetto di maiale con salsa ai cachi

Originariamente provenienti dall’Asia, la loro cremosa dolcezza ha conquistato il mondo. La ricetta della foodblogger Barbara Lechiancole di "Cucina di Barbara"

Dalla blogger di “Cucina di Barbara”

Il cachi colora la nostra tavola autunnale con quei suoi colori caldi arancio ambra e la sua polpa dolce e cremosa. La sua pianta è originaria del Giappone ed è stata importata in Europa nel Settecento a scopo ornamentale. Soltanto più tardi ci si è resi conto che oltre ad essere bella a vedersi produceva anche un frutto delizioso.

Essendo forte e robusta ha la caratteristica di adattarsi bene a molti terreni e a diverse altitudini, e la potremmo definire una pianta da frutto naturalmente biologica visto che non ha bisogno di subire trattamenti antiparassitari. Per questi motivi è facile avvistare il cachi nei giardini di molte case.

Il cachi è un frutto ricco di vitamina C, A, K e ferro, tutte sostanze che rinforzano il sistema immunitario e che ci proteggono dai primi raffreddori e dalle influenze. I cachi sono frutti molto calorici, possiedono un 16% di zuccheri semplici, e per questo motivo sono ritenuti idonei a chi fa attività sportiva, vista la loro carica di energia, ma assolutamente da evitare in caso di diabete. Consumato a completa maturazione, il cachi ha proprietà lassative, diversamente, se consumato leggermente acerbo è astringente.

Il cachi maturo non si mantiene molto a lungo, l’accorgimento principale per la sua conservazione è tenere ogni frutto distanziato dagli altri, proprio come nelle confezioni in cui solitamente vengono venduti.

Grazie alla loro dolcezza, i cachi si prestano bene per preparare dolci o marmellate. Io ho scelto un secondo piatto di carne per utilizzare il cachi, e per questa ricetta ho deciso di utilizzarlo crudo per salvaguardare tutte le sue proprietà. Ho così pensato di preparare una salsa dolce\piccante ottenuta frullando l’intero frutto, perfetta per accompagnare un filetto di maiale e per condire le patate bollite.

Il risultato è un piatto molto equilibrato in cui la dolcezza viene stemperata dalla nota piccante del peperoncino. Un piatto che sorprenderà anche coloro che solitamente non apprezzano i gusti dolci nei piatti salati.

 

FILETTO DI MAIALE CON SALSA AI CACHI

Ingredienti per 2 persone

  • - 400g di filetto di maiale
  • - 1 cachi
  • - 5g di sale marino
  • - 5 cucchiai di olio di oliva
  • - 1 peperoncino fresco
  • - 20 cl di birra chiara
  • - salvia, rosmarino
  • - 1 spicchio di aglio
  • - 2 patate novelle

 

Procedimento

Per prima cosa pulire il cachi eliminando la pelle e frullarlo insieme a mezzo peperoncino fresco, una presa di sale e 3 cucchiai di olio. Tenere da parte.

Massaggiare il filetto di maiale con un trito di erbe aromatiche ed aglio e spennellarlo con olio di oliva.

Rosolare il filetto su fiamma medio-alta per qualche minuto avendo cura di girarlo su tutti i lati. Sfumare con poca birra e terminare la cottura per altri 10 minuti a fiamma dolce con coperchio.

Nel frattempo avremo messo a bollire le patate novelle intere con la buccia.

Quando il filetto sarà cotto, roseo al suo interno, impiattare posizionando una piccola porzione di salsa ai cachi sul fondo del piatto. Adagiarvi sopra il filetto e una patata bollita di accompagnamento.

Cucina di BarbaraBarbara Lechiancole è l’autrice del blog “Cucina di Barbara”. Ama il cioccolato fondente, il caffè nero bollente, viaggiare senza meta (meglio se in paesi lontani), vedere vecchi film, ascoltare tanta musica, essere mamma e moglie.

 



Stampa in PDF