Insalata d’orzo con fave e timo

Una colorata e fantasiosa insalata, un modo diverso e creativo di mangiare le fave, primizia di primavera e tesoro dell’orto! Dalla blogger di “Smile, Beauty and More”

Dalla blogger di "Smile, beauty and more"

L’arrivo della bella stagione porta con sé la voglia di cibi più leggeri, freschi, che non hanno bisogno di una cottura prolungata, magari da consumare all’aria aperta: l’orzo ci viene in aiuto, perché ben si adatta anche a preparare colorate e fantasiose insalate.

Ma è tempo anche di un’altro tesoro dell’orto, protagonista insieme all’orzo di questa ricetta: sto parlando delle fave, frutto antichissimo della famiglia delle leguminose, noto da sempre. L'eccentrico Pitagora si guardava bene dal mangiarne, ma per gli Egizi era invece un cibo riservato alle classi agiate, e per Greci e Romani un ingrediente della dieta quotidiana. Pur essendo diffusa in molte parti del mondo, la fava trova il suo clima ideale nel bacino del Mediterraneo. In Italia, al giorno d'oggi, le fave sono coltivate in maggioranza in Lazio, Sardegna e più genericamente in Meridione.

La componente abbondante di acqua, di fibre e di proteine, nonché la mancanza di grassi, fanno delle fave un vero e proprio cibo ipocalorico, con circa 70 calorie per cento grammi; ma ovviamente si parla di fave fresche perché quelle essiccate hanno valori nutrizionali completamente diversi e sono molto più caloriche.

Le fave, a differenza di altri legumi, sono buonissime anche crude, mangiate semplicemente insieme a del buon pane casereccio, dell'olio extravergine d’oliva e del pecorino: un classico che non stanca mai (ma vi assicuro che anche con il salame sono buonissime!).

Anche cotte, leggermente sbollentate, le fave possono essere utilizzate per arricchire una zuppa o per condire una pasta, o ancora, come in questo caso, per creare un’insalata sui toni di verde!

INSALATA D'ORZO CON FAVE E TIMO

Ingredienti (per 4 persone)

  • - 340 g di orzo perlato
  • - 200 g di fave fresche
  • - 1 mazzetto di asparagi
  • - 40 g di piselli novelli
  • - 200 g di primosale
  • - 1 mazzetto di timo fresco
  • - olio extravergine d’oliva
  • - sale e pepe q.b.

 

Procedimento
Sciacquate l’orzo sotto l’acqua corrente dopodiché cuocetelo in abbondante acqua leggermente salata per 20/25 minuti (i tempi di cottura dell’orzo variano a seconda della marca che state utilizzando, quindi leggete attentamente sulla confezione).

Nel frattempo sbucciate le fave per estrarne il seme ed eliminare la pellicola che lo racchiude, il cosiddetto tegumento. Sbollentatele per 5/6 minuti in acqua leggermente salata insieme ai piselli, dopodiché scolate le verdure e sbollentate in questo modo anche gli asparagi. In una ciotola piuttosto capiente unite l'orzo alle verdure, tagliate a cubetti il primosale, aggiungetelo all’insalata e condite con timo fresco, olio extravergine d’oliva sale e pepe.

Smile, Beauty and MoreDaniela Tornato è la blogger di “Smile, Beauty and more”. Potrebbe vivere in qualsiasi parte del mondo… ma di fatto non si allontana dalla cucina! È li che il rumore delle padelle e i profumi le riportano alla mente ricordi e emozioni. Spinta da un’irrefrenabile curiosità di assaggiare e scoprire nuovi sapori, ama la cucina perché è condivisione e sperimentazione.



Stampa in PDF