Plum cake alla zucca, zenzero e frutta secca

Un dolce che vede protagonista l’ortaggio simbolo dell’autunno arricchito e profumato da frutta e spezie. Dalla foodblogger Roberta Morasco di “...facciamo che ero la cuoca?”

Dalla blogger di “Facciamo che ero la cuoca?”

La zucca è davvero il simbolo della stagione autunnale. È uno degli ortaggi più antichi e uno dei primi che furono importati dopo la scoperta del continente americano.

Può essere di svariate forme e dimensioni, dalle zucche giganti della festa di Halloween, alle piccole zucche decorative. Ne esistono tantissime varietà ed ognuna ha le sue caratteristiche. La più famosa e pregiata è forse la zucca Mantovana, molto rinomata e diffusa in Veneto è la zucca di Chioggia, poi c’è quella di Napoli lunga e dalla polpa dolce, la zucca Violina viene chiamata così per la sua particolare forma a “custodia di violino” e la zucca Delica, una varietà molto diffusa, dalla polpa dolce e poco filamentosa. Ma sono soltanto alcune.

La zucca è un ortaggio che trova molti impieghi anche al di fuori della cucina. Il suo sapore dolce la rende ideale per tante preparazioni, dall’antipasto fino al dolce: vellutate, minestroni, ripieni per la pasta, gnocchi e purè; viene cotta al forno, in umido o alla piastra, e serve per tantissime ricette dolci.

Il Plum Cake è un dolce semplice, veloce e versatile. In inglese significa letteralmente torta di prugne e fa riferimento ad una torta tedesca, la Pflaumenkuchen, una base di frolla sulla cui superficie vengono sistemate delle fette di prugna.

La ricetta del Plum Cake, tuttavia, ricorda piuttosto la Pound Cake anglosassone, ovvero la torta della libbra, nome che deriva dal particolare dosaggio degli ingredienti: stesso dosaggio, una libbra, per ciascuno dei cinque ingredienti necessari, farina, burro, zucchero, uova e frutta secca, o candita. Molto simile è la preparazione del Quatre-Quarts francese che, tuttavia, non prevede l’utilizzo di frutta.

Non è ben chiaro come nel tempo si sia arrivati a definire con “Plum Cake” un intero genere di preparazioni, sia dolci che salate. Sono cambiati dosaggi e ingredienti e ne troviamo tantissime varianti. Ciò che le accomuna è ormai una tipica e originaria forma rettangolare.

In questa versione che vi propongo la polpa della zucca colora e addolcisce naturalmente l’impasto, la frutta secca ammorbidita nel rum lo rende profumato mentre lo zenzero e le spezie gli donano una nota leggermente piccante e fresca.

PLUM CAKE ALLA ZUCCA

Ingredienti

  • 100 g farina di avena biologica
  • 160 g farina di riso biologica
  • 250 g zucca cotta al vapore
  • 150 g burro biologico
  • 160 g zucchero a velo
  • 4 uova biologiche (medie)
  • 10 g lievito in polvere
  • 80 g uvetta mista (sultanina, cilena)
  • 130 g prugne secche
  • 30 g zenzero candito
  • 1 limone naturale (buccia)
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • ½ cucchiaino di polvere di vaniglia (o i semini di mezza bacca)
  • Mandorle a lamelle qb
  • Zucchero di canna qb
  • Rum qb
  • 1 presa di sale

 

Preparazione

Schiacciate la polpa di zucca cotta al vapore con una forchetta; ponete l’uvetta mista e le prugne (precedentemente tagliate a pezzetti) in una ciotola con mezza tazza di rum, e lasciatela ammorbidire.

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, quindi lavoratelo con una frusta insieme allo zucchero a velo fino a ottenere una consistenza cremosa.

Aggiungete un uovo per volta, aggiungendo il successivo solo quando il precedente sarà ben amalgamato. Setacciate le due farine con il lievito ed unitele al composto umido mescolando accuratamente con una spatola fino a che sarà tutto omogeneo e ben amalgamato. Unite la polpa di zucca, la cannella e la vaniglia, e mescolate bene.

Aggiungete anche lo zenzero candito che avete tagliato a listarelle e la scorza del limone grattugiata. Scolate e strizzate la frutta secca (uvetta mista e prugne), tenendo da parte il rum, passatela in un poco di farina e unitela all’impasto (questo eviterà che finisca sul fondo durante la cottura). Unite anche parte del rum, mezza tazzina circa, e mescolate.

Bagnate un foglio di carta da forno della giusta misura per lo stampo, strizzatelo bene e tamponatelo con della carta da cucina (in questo modo la carta aderirà meglio allo stampo). Foderate lo stampo con la carta da forno, versate l’impasto, livellatelo bene, quindi bagnate una spatola e affondatela leggermente al centro, facendo una sorta di taglio sulla superficie del dolce. Durante la cottura si formerà il tipico taglio del plum cake.

Cospargete il tutto con mandorle a lamelle e con dello zucchero di canna.

Cuocete nella parte bassa del forno per 10 minuti a 200°C, poi a 180°C per altri 35-40 minuti circa. Lasciatelo raffreddare nello stampo, quindi sformatelo e servitelo.

...facciamo che ero la cuoca?Roberta Morasco è la foodblogger di “Facciamo che ero la cuoca”. Trevigiana di adozione ma nata e cresciuta a Venezia, tra "bàcari e cicheti", ha studiato lingue straniere, tecniche di vendita, marketing. Sposata e mamma di due bambine, ama cucinare e mangiare, leggere libri e riviste di cucina. La sua priorità? La qualità dei prodotti, ma anche l’estetica: “Amo i piatti  buoni da mangiare ma anche belli da vedere”, spiega.



Stampa in PDF