Polpette di melanzane con Casciotta di Urbino DOP

Croccanti fuori e filanti all’interno, grazie a un formaggio dal sapore dolce e delicato. A cura di Daniela Tornato, blogger di “Smile, beauty and more”

Dalla blogger di "Smile, beauty and more"

Per realizzare queste polpette di melanzane servono veramente pochi e semplici ingredienti, ma uno su tutti - che le rende speciali e ancora più golose rendendo il loro cuore tenero e filante - è la Casciotta dUrbino, un formaggio che ben caratterizza il suo territorio di produzione (l’intera provincia di Pesaro-Urbino). Una zona peculiare per il pascolo estensivo, caratterizzata da particolari erbe montane, da una flora ricca e variata a vegetazione discontinua, da una ricchezza di terreni erbosi a base di graminacee, che fornisce l’alimentazione delle pecore e delle mucche.

È proprio questo insieme di fattori che rende la Casciotta d’Urbino un formaggio unico nel suo genere, prodotto secondo tecniche casearie che hanno radici molto antiche e consolidate nei secoli, rigidamente regolamentate dal disciplinare DOP.

La Casciotta d’Urbino è un formaggio grasso a pasta semicotta, ottenuto con latte di pecora intero in misura variabile da un minimo del 70 a un massimo dell’80%, e di latte di vacca intero per il restante 20-30% proveniente da due mungiture giornaliere.

Il latte è coagulato ad una temperatura di 35°C circa con caglio liquido e/o in polvere.

Il formaggio viene sottoposto a una pressatura manuale con tecnica caratteristica, in stampi idonei. La salatura viene effettuata a secco, ovvero alternando la salamoia alla salatura a secco. Il periodo di maturazione previsto è di 20-30 giorni in ambienti a temperatura di 10-14°C e con umidità di 80-90%.

La Casciotta d’Urbino è un tipico formaggio da tavola, cilindrico a scalzo basso con facce arrotondate e un diametro tra i 12 e i 16 cm, con un peso dagli 800 ai 1200 grammi circa. Il colore della pasta è bianco-paglierino mentre la struttura molle e friabile è caratterizzata da lieve occhieggiatura. La crosta è sottile, dello spessore di circa 1 mm e di colore paglierino.

Il sapore è dolce, caratteristico della miscela del latte di provenienza e della breve stagionatura. Si racconta che fosse uno dei formaggi preferiti di Michelangelo Buonarroti (come abbiamo già scritto qui). Tra i documenti storici che testimoniano l’antica produzione della Casciotta dUrbino, si è ritrovato un carteggio tra Michelangelo Buonarroti e l’amico fedele Francesco Amatori di Casteldurante laddove vengono proprio citate le casciotte prodotte per la mensa dell’illustre artista. È incredibile come il nostro territorio sia ricco di prodotti d’eccellenza, che si caratterizzano non solo per il sapore particolare ma anche per una storia lunghissima fatta anche di aneddoti come questo. Trovo veramente appassionante poter usare ingredienti così preziosi, in questo modo un piatto semplice diventa unico… e direi che questo è proprio il caso delle mie polpette!

POLPETTE DI MELANZANE CON CASCIOTTA DI URBINO DOP

Ingredienti (per 4 persone):

- 1 melanzana grande
- 150 g di Casciotta d’Urbino Dop
- 50 g di mollica di pane raffermo
- 40 g di parmigiano
- 1 uovo
- 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
- pangrattato q.b.
- sale e pepe
- olio d’oliva per friggere

Procedimento:
Pulite la melanzana eliminando la buccia, tagliatela a cubetti e lessatela per qualche minuto in acqua bollente salata. Scolate bene, esercitate una leggera pressione per eliminare l’acqua in eccesso e passate i cubetti al mixer per ottenere una purea. Lasciate raffreddare. Nel frattempo, raccogliete in una terrina la mollica di pane, il pangrattato, l’uovo, il prezzemolo ed il formaggio. Unite la polpa di melanzane, salate e pepate a piacere. Mescolate il tutto con una forchetta per amalgamare gli ingredienti.

Prelevate poco impasto per volta, ponetelo sul palmo della mano con al centro un cubetto di Casciotta, ricoprite con altro impasto dandogli la forma di una polpetta. Formate le polpette di melanzane e passatele bene nel pangrattato. Scaldate abbondante olio e friggete le polpette di melanzane a fuoco medio, fino a farle dorare da entrambi i lati. Scolate le polpette di melanzane su carta assorbente e servite subito.

Smile, Beauty and MoreDaniela Tornato è la blogger di “Smile, Beauty and more”. Potrebbe vivere in qualsiasi parte del mondo… ma di fatto non si allontana dalla cucina! È li che il rumore delle padelle e i profumi le riportano alla mente ricordi e emozioni. Spinta da un’irrefrenabile curiosità di assaggiare e scoprire nuovi sapori, ama la cucina perché è condivisione e sperimentazione.



Stampa in PDF